Etichettatura

Download PDF

Torna all’elenco degli articoli >

Sistemi di etichettatura

Gli elementi che si possono utilizzare per marcare ed etichettare sono spesso già in casa, oppure possono essere acquistati nei negozi di ferramenta o realizzati con metodi artigianali. Basta decidere come avete intenzione di usarli e usare la vostra immaginazione… volete che siano permanenti o riutilizzabili? Durevoli o economici?

Decidete il sistema che più vi si addice, ad esempio etichette permanenti o etichette riposizionabili come quelle Braille, oppure quelle Dymo, etichette adesive bianche scritte con pennarello nero, o lettere magnetiche in plastica.

Qualunque sia il metodo scelto, assicuratevi di creare il vostro sistema personale in modo da essere a vostro agio, e vedrete che usandoli regolarmente aumenterete la vostra indipendenza. Possiamo dividere i sistemi di etichettatura “casalinga” in due grandi categorie:
sistemi visivi e sistemi tattili. Possiamo poi affidarci anche a dei sistemi acustici, che però sono oggetti più specifici da acquistare.

Sistemi visivi

I sistemi visivi funzionano bene se si è in grado di utilizzare il residuo visivo per alcune attività, e consistono nell’applicare a scatole e contenitori delle etichette che ne indichino a chiare lettere il contenuto. La dimensione di etichetta che può funzionare per voi può dipendere dalla grandezza delle lettere di cui avete bisogno, ed è molto importante l’uso del colore e del contrasto visivo per identificarle subito. È anche bene cercare di semplificare, perché troppe etichette o marchi possono rendere le cose difficili e confuse.

Alcuni esempi di sistemi visivi “fai da te” economici:


etichetteLe etichette bianche grandi e un pennarello a punta grossa di colore nero possono aiutare a creare etichette per identificare farmaci, cassetti biancheria, vestiti ed alimenti. Se le fissate in modo non definitivo, come ad esempio con degli elastici, oltre all’identificazione del contenuto offrono dei notevoli vantaggi. Ad esempio, se utilizzate un elastico per fissare un’etichetta su un barattolo di riso, dopo aver consumato il contenuto, potete recuperarne l’etichetta e metterla in un barattolo vuoto insieme alle altre già consumate. È quindi possibile fare riferimento alle etichette nel barattolo per creare la prossima lista della spesa, e una volta tornati dal supermercato riapplicarle agli alimenti comprati.

Rnastri e etichetteSe invece preferite utilizzare delle etichette adesive: sono disponibili in molte varietà di forme, dimensioni e colori, e sono un ottimo modo per creare un sistema di identificazione aiutandosi anche con un codice colore a voi più congeniale.

Altri Esempi di utilizzo
iRnterno armadio

etichscad

Sistemi tattili

I sistemi tattili sono utili a coloro che hanno scarsissima visione residua, oppure a persone la cui visione tende a fluttuare. Possono ovviamente essere utilizzati in combinazione con quelli visivi, a seconda della situazione o l’attività in questione. I sistemi tattili possono includere Braille o altri alfabeti alternativi, ma ci sono anche altre risorse meno specifiche che molto probabilmente avete già in casa.

=lattine con elastici

Gli elastici ad esempio possono aiutare ad identificare facilmente dei prodotti che hanno contenitori simili. Ad esempio, possiamo avvolgere un elastico intorno al brik del succo di frutta per distinguerlo dal latte, oppure per distinguere tra loro diverse tipologie di latte. Stessa cosa per contenitori di shampoo o prodotti cosmetici simili tra loro.
Una volta presa confidenza col metodo, è possibile utilizzare combinazioni di più elastici su barattoli di prodotti simili per accomunarli e distinguerli da altri (ad esempio il numero diverso di elastici può essere utilizzato per distinguere dei contenitori di forma e dimensioni simili, come ad esempio un solo elastico attorno al curry, due intorno alla paprika e tre intorno alla senape). L’unico svantaggio di questo sistema è il rischio di dimenticarsi del perchè c’è l’elastico sulla lattina… ma igrande vantaggio è che aiuta a tenere in allenamento la memoria!


Rmollettefiorista
Inoltre, sempre grazie agli elastici, potete applicare ai barattoli degli ulteriori elementi di riconoscimento rendendoli riutilizzabili, come ad esempio una fascetta, un magnete, una molletta, un’etichetta… insomma qualunque cosa riteniate vi possa aiutare ad identificare senza sforzo i vostri oggetti o alimenti.

Feltrini o gommini per i mobili
Sono altri indicatori tattili facili da usare. Usateli per contrassegnare le impostazioni di temperatura di elettrodomestici, pulsanti acceso/spento su dispositivi elettronici, caratteristiche della macchina da cucire, o flaconi di farmaci. Come sempre, valutate cosa funziona meglio per voi.
Rinrerrutorimarker copiaCi sono puntini di gomma o di silicone autoadesivi che possono essere usati variando la loro disposizione sugli oggetti per facilitarne l’identificazione. Io li trovo molto comodi per marcare gli interruttori della luce.

rchina e smalti

Inoltre si possono utilizzare  smalti per unghie dai colori vivaci oppure i colori 3d, che si gonfiano e diventano anche marcatori tattili. Sono sistemi più piccoli e applicabili in poco spazio, che personalmente trovo comodi per marcare le impostazioni abituali delle apparecchiature o dei materiali elettronici, come ad esempio la manopola per la temperatura del forno,le varie posizioni dei fornelli, le funzioni del termostato. Anche qui, scegliete voi il colore e la posizione che ritenete migliori per le vostre esigenze.

Un’altra comodissima applicazione di questo metodo può essere la semplificazione dei telecomandi, ovvero utilizzare questi metodi per nascondere le funzioni dei telecomandi che non si utilizzano frequentemente, evitando il rischio di scombinare ogni volta le impostazioni di base (luminosità, etc.) e dover aspettare la venuta di esperti ingegneri. Vedi semplificare i telecomandi.

Sistemi acustici

=coso sonoro

Questo dispositivo circolare vi permette di effettuare una registrazione audio di 10 secondi, durante la quale potete indicare ciò che contengono i vostri barattoli: se non riuscite a identificarne il contenuto, vi basterà premere il tasto e sentirete la vostra voce che ve lo dice! Viene fornito con un cinturino in velcro da avvolgere intorno ai contenitori non metallici.

Download PDF