10 Articoli che promuovono l’autonomia dei non vedenti e degli ipovedenti

Download PDF

I dieci migliori articoli che sostengono l’autonomia degli ipovedenti.

Gli articoli qui sotto indicati,  possono aiutare le persone amate che hanno dofficoltà con la vista,  a svolgere molte attività quotidiane con poca o nessuna assistenza. La capacità di espletare le attività in modo indipendente contribuisce ad aumentare la fiducia in se stessi.

Migliora l’autostima, dovrebbe far parte della “cassetta degli attrezzi” per promuovere l’indipendenza di ogni persona. Studi recenti, hanno persino dimostrato, che quando qualcuno smette di svolgere le proprie attività quotidiane, riduce la qualità della sua vita, aumentando  la depressione e il rischio  di demenza.

Orologio con quadrante  di grandi dimensioni o parlanti

Orologio con quadrante  di grandi dimensioni o parlanti.

Un  quadrante grande ha di sicuro un buon contrasto e i grandi numeri facilitano una buona leggibilità. Un orologio parlante può annunciare l’ora con un semplice tocco di un pulsante, ed anche si ha la possibilità d’ impostare un  timer e una sveglia. perfetto sia per non vedenti che per ipovedenti od anziani con calo visivo dato che oltre a parlare ha un quadrante con sfondo bianco, grandi numeri neri ed evidenti lancette nere. Lo trovi qui

Naturalmente se hai un Iphone queste funzioni possono essere espletate direttamente dalla funzione Siri oppure Voice Over.

Orologio parlante 

Gli orologi parlanti sono disponibili in una varietà di dimensioni e forme e si possono  indossare, lasciare su un comodino o su un tavolo. Il tempo è annunciato con un semplice tocco di pulsante e gli orologi sono facili da impostare. Alcuni orologi parlanti offrono orari, messaggi su display grandi  con controllo volume e  diversi suoni di allarme. Orologio parlante in plastica multi funzione, vocalizzazione dell’ora, cronometro parlante con possibilità di avere i tempi parziali, quattro sveglie sonore, calendario parlante, regolazione delle funzioni assistita vocalmente, avviso automatico allo scoccare di ogni ora attivabile, display a caratteri ingranditi per ipo vedenti.  Lo trovi qui

Orologio da tasca

Ergonomico ed essenziale orologio da tasca parlante, perfetto sia per non vedenti che per ipovedenti od anziani con calo visivo dato che il funzionamento è estremamente semplice: basta premere un tasto e con voce femminile chiara e forte ci dice l’ora, i minuti ed il momento della giornata (notte, mattino, pomeriggio o sera) lo trovi qui

 

Mascherine guida per la scrittura

4 foto di mascherine per la firma e testo in corsivo – pennarello nero 20/20 -lente d’ingrandimento

Guide per la  scrittura, firmare, compilare assegni, buste o lettere.
Le guide di scrittura sono disponibili in varie dimensioni e sono progettate per compiti specifici. Firma una ricevuta, scrivi un assegno o un  indirizzo a busta seguendo le guide. Le guide sono fatte in plastica resistente, leggera e facile da portarsi dietro per aiutare a gestire le attività quotidiane senza assistenza.

Pennarello nero 20/20

Un pennarello che fa risaltare la calligrafia. Questo tipo di pennarello  non perde, non macchia e non traspare  attraverso la carta. quando poi lo si abbina alla  carta con stampa  a righe larghe (CLICCA QUI se vuoi scaricare il pdf del layout per poterlo stampare)¨ questa penna può aiutare chi ha difficoltà nel rileggere le proprie note, i numeri di telefono o le liste della spesa appuntati.

Calendari, agenda e rubrica indirizzi con caratteri in formato grande.

Un calendario da parete con caratteri in formato grande oppure un’agenda rilegata a spirale offrono un ampio spazio per annotare appuntamenti e i giorni speciali. I giorni e i mesi devono essere in grassetto per una facile leggibilità. Una  rubrica di indirizzi a stampa grande è un modo semplice per conservare traccia dei contatti, con molto spazio per scrivere i nuovi numeri di telefono e indirizzi.

Lenti d’ingrandimento.

Le lenti d’ingrandimento aiutano a leggere i caratteri  o gli oggetti piccoli, con precisione di dettagli. Disponibile con o senza luce, le lenti di ingrandimento portatili sono disponibili in una varietà di dimensioni e caratteristiche, e sono ideali per leggere i cartellini dei prezzi, le etichette alimentari o le confezioni di medicinali.

Gli ingranditori elettronici offrono maggiori opzioni di ingrandimento. Sono ottimi per leggere testi più lunghi, scrivere e guardare fotografie. Molte offrono opzioni che consentono la visualizzazione a distanza.

Registratore audio digitale

I registratori audio digitali sono ideali per la registrazione di importanti informazioni come le istruzioni del medico sui dosaggi, oppure i numeri di telefono e le  date più importanti. Questi registratori di note,  sono molto facili da usare, con caratteristiche tecniche diverse con quantità variabili dei tempi di registrazione e durata della batteria.

Puntini di rilievo e localizzazione

I puntini di rilievo e di localizzazione sono disponibili in varie dimensioni e forme fornendo un modo per distinguere tra le diverse  superfici.

Questi punti di riferimento tattili sono ottimi per l’etichettatura dei pannelli piatti o oppure sui quadranti su microonde, piani cottura, lavatrici e asciugatrici.

Occhiali da sole o gusci parasole

Gli occhiali da sole con protezione UVA e UVB sono essenziali per proteggere gli occhi dai raggi ultravioletti che possono danneggiare gli occhi. I gusci parasole sono disponibili in una varietà di tinte e aiutano a contrastare l’abbagliamento sia all’interno che all’esterno. Hanno una  forma confortevole e può essere indossato sopra un paio di occhiali esistenti.

Un vassoio!

Un vassoio blocca le fuoriuscite accidentali dei  liquidi, cattura le briciole e le pillole che altrimenti rotolerebbero via. Un vassoio può aiutare chiunque a rimanere organizzato facendo una varietà di compiti minimizzando il disordine e frustrazione.

 

Download PDF

Suggerimenti per la sicurezza domestica degli anziani

Download PDF

Suggerimenti per la sicurezza domestica degli anziani

Oggi si diventa adulti a 35 anni e lo si resta fino a 54 (si passa poi ai “tardo adulti”, ai “giovani anziani” dai 65 ai 74 anni, “anziani” dai 75 agli 84 ed infine “grandi anziani” dagli 85 in poi),  bisogna senz’altro dire che questa nuova classificazione è dovuta al fatto che  l’aspettativa di vita media si è allungata. Bisogna tenere conto che o ltre il 90% degli anziani vuole rimanere nella propria casa, se scegli di lasciarli stare a casa, lo apprezzeranno davvero.

Nel complesso, il nostro obiettivo principale è quello di mantenere i nostri genitori felici e al sicuro. Consentire loro di rimanere nella propria casa il più a lungo possibile,  potrebbe sembrare l’opzione più difficile, ma con le misure adeguate prese può condurre a una vita meno stressante per te e la persona amata. E’ importante far sì che si sentano al sicuro in casa propria. Cadute, ustioni e avvelenamenti sono tra gli incidenti più comuni che coinvolgono le persone anziane. Gli anziani che vivono da soli possono anche diventare vittime di criminali, che delinquono prendendo di mira gli anziani. Se sei un anziano o un grande anziano che vive da solo oppure ti preoccupi per una persona anziana che vive da sola, ecco cosa devi fare per farlo stare al sicuro.

Tenere i numeri utili a portata di mano

Tenere sempre un elenco di numeri di emergenza per ciascun apparecchio telefonico. Scrivi queste informazioni in stampatello abbastanza in grande da poter essere letta facilmente se sei di fretta o spaventato.

Assicurati di mettere in elenco  i numeri per:

  • Numero unico di emergenza  112  
  • Ambulanza – 118
  • Polizia – 113
  • Vigili del fuoco – 115
  • Centro anti-veleni. Per la lista  lista numeri per il centro a te più vicino:  clicca qui
  • Un familiare o un amico da chiamare in caso di emergenza
  • Ufficio e cellulare del medico di base

Prevenire le cadute

Se hai difficoltà a camminare o problemi di equilibrio o sei caduto nell’ultimo anno, parla con il  tuo medico per una valutazione obiettiva del rischio di cadute. Chiedi al tuo dottore, se lo desideri, di beneficiare di un programma di esercizi per prevenire le cadute,

  • Se sei caduto prima, o hai paura di cadere, pensa ad acquistare uno speciale allarme da indossare come un braccialetto o una collana. Quindi, se cadi e non ci riesci ad arrivare al telefono, è possibile premere un pulsante sull’allarme che chiamerà i servizi di emergenza per te.
  • Non abbiate fretta di rispondere al telefono. Molte persone cadono cercando di rispondere al telefono. Trasportare un telefono cordless o cellulare o lasciare una segreteria telefonica che raccolga il messaggio.
  • Quando si cammina su pavimenti lisci, indossare sempre calzature antiscivolo, come le pantofole con fondo in gomma / antiscivolo o scarpe piatte con suola sottile che si adattano bene al piede.
  • Se hai un bastone o un deambulatore, usalo sempre invece di appoggiarlo sui muri e mobili
  • Assicurati che tutti i corridoi, le scale e i percorsi siano ben illuminati e liberi da oggetti del genere come libri o scarpe.
  • Usa corrimani e ringhiere quando sali e scendi le scale. Non posizionare mai tappeti  in fondo o in cima alle scale.
  • Fissa tutti i tappeti di casa con nastro adesivo oppure con le retine apposite, in modo da non muoversi mentre passi.

Proteggersi dal fuoco e relativi pericoli

  • Se c’è un principio di incendio in casa tua, non provare a spegnerlo. Lascia e chiama il 115. Fatti dire almeno due modi per uscire dal tuo appartamento o da casa.
  • Quando cucini, non indossare abiti larghi o con maniche lunghe
  • Sostituisci gli apparecchi che presentano cavi elettrici sfilacciati o danneggiati.
  • Non inserire troppi cavi elettrici in una presa o prolunga.
  • Installa un rilevatore di fumo e sostituisci la batteria due volte all’anno. Ce ne sono anche di portatili.
  • Non fumare mai nel letto o lasciare candele accese, anche per un breve periodo, in una stanza  senza la tua presenza.
  • Accertati che  le stufette riscaldanti siano ad almeno 1 metro di distanza da qualsiasi cosa possa bruciare, come tende, biancheria da letto o mobili. Spegni le stufette quando lasci la stanza.

Evitare incidenti in bagno

  • Imposta il termostato sullo scaldabagno a non più di 50° per evitare scottature.
  • Fatti installare i maniglioni nella doccia e vicino alla toilette per facilitare gli spostamenti in modo più sicuro.
  • Colloca tappetini di gomma nella vasca da bagno per evitare scivolamenti.
  • Se hai difficoltà ad entrare e uscire dalla vasca o dentro e fuori dal bagno, chiedi al tuo dottore per aiutarti ad ottenere una sedia o una panca da vasca speciale o un sedile WC rialzato.

Prevenire  gli avvelenamenti

Monossido di carbonio

  • Non tentare mai di riscaldare la tua casa con i fuochi del piano cottura, dato che emette un gas mortale che non si vede né si sente l’odore.
  • Assicurati che ci sia un rilevatore di monossido di carbonio vicino a tutte le camere da letto e assicurati di provare e sostituire la batteria due volte all’anno.

Farmaci

  • Conservare tutti i farmaci nei loro contenitori originali in modo da non confondere i medicinali.
  • Chiedi al tuo farmacista di applicare etichette a caratteri grandi sui tuoi farmaci per renderli più facili da leggere.
  • Prendi i farmaci in una stanza ben illuminata, in modo da poter vedere le etichette.
  • Porta tutte le tue bottiglie di pillola con te agli appuntamenti del tuo medico di base in modo che lui possa verificare che tu li stai prendendo correttamente.

Prodotti per la pulizia

  • Non mescolare mai candeggina, ammoniaca o altri liquidi detergenti durante la pulizia. Se miscelati insieme, i liquidi detergenti possono creare gas mortali.

Proteggersi contro gli abusi

  • Tieni sempre chiuse le porte e le finestre.
  • Non lasciare mai entrare uno sconosciuto in casa quando sei lì da solo.
  • Parla delle offerte a te fatte dai venditori telefonici con un amico o un familiare. Non accettare mai contratti stipulati per telefono.
  • Non condividere le tue informazioni personali, come numero di previdenza sociale, carta di credito o informazioni bancarie o password dell’account, con persone che non conosci e che ti contattano.
  • Chiedi sempre informazioni scritte su offerte, premi o enti di beneficenza e attendi di rispondere fino a quando non saranno state esaminate a fondo le informazioni da te o da persone di tua fiducia.
  • Non lasciarti spingere a fare acquisti, firmare contratti o fare donazioni. Aspetta sempre di discutere i piani a te proposti con un familiare o un amico.
Download PDF

Nuove lenti a contatto che “zoommano” l’ambiente circostante con un battito di ciglia

donna e lente a contatto
donna che sta indossando lenti a contatto
Download PDF

Gli scienziati dell’Università della California di San Diego hanno creato la migliore lente a contatto correttiva. Queste nuove lenti sembrano uscite dalla fantascienza, in quanto sono in grado di ingrandire l’ambiente circostante con un battito di ciglia.

contact lens 3

Gif. di simulazione ingrandimento con movimento oculare

Forse dovremmo dire più accuratamente… con un doppio battito di ciglia. Le lenti a contatto morbide sono in grado di misurare quello che viene chiamato il segnale elettrooculografico (https://it.wikipedia.org/wiki/Elettrooculogramma) di ciascun occhio, e possono a loro volta utilizzare tali segnali per adattare le lenti a contatto. Secondo Shengqiang Cai, che è il principale ricercatore del progetto, i segnali elettrici sono generati da specifici movimenti oculari (come guardare in alto / in basso o a sinistra / a destra).

In questo caso, i ricercatori stanno utilizzando la risposta elettrica specifica di un doppio lampeggiamento per consentire all’obiettivo di modificare la sua lunghezza focale. Questo si ottiene allungando il materiale delle lenti morbide – come un muscolo – per diventare più convesso, rendento possibile così l’ingrandimento.

“Il movimento e la deformazione della lente morbida, sono raggiunte dall’attuazione di diverse aree di pellicole di elastomero dielettrico, imitando i meccanismi di funzionamento degli occhi umani e della maggior parte dei mammiferi, scrive il team di ricerca nel loro articolo scientifico.

“Anche se il tuo occhio non riesce a vedere nulla, molte persone possono ancora muovere il bulbo oculare e generare questo segnale elettroculografico”, ha aggiunto Cai.

A questo punto, i ricercatori sono fiduciosi che nel prossimo futuro saranno in grado di creare occhi protesici che possono aiutare i pazienti con problemi alla vista, a vedere con occhiali da vista migliori o addirittura regolabili, che possono cambiare il loro livello di zoom a comando. Puoi trovare l’intero contesto della ricerca UCSD, cliccando  qui.

Download PDF

Emoticon: a settembre 2019 le nuove “faccine” che rappresentano le disabilità

emoji ragazzo con cane guida e bastone bianco
Download PDF

La Unicode, l’ente responsabile dell’approvazione  dei set delle emoticon più utilizzate al mondo, ha diffuso 230 new entry nelle emoji in uso su tutti i dispositivi elettronici in commercio. La proposta di inserire piccoli avatar più inclusivi, avanzata l’anno scorso, ha trovato pieno accoglimento nella pubblicazione ufficiale del set Emoji12.0.

Qui sopra  il video ufficiale di presentazione del nuovo set 2019:

Ne abbiamo fatta  di strada dalla prima faccina gialla.
Le nuove “faccine” fanno ben sperare in una rappresentazione sempre più inclusiva della disabilità nei social network.

Tra le prossime emoji, proposte da Apple, a vedere la luce su smartphone, tablet e computer di tutto il mondo, ci saranno una serie dedicata alle persone con disabilità.

Nella rosa composta dalla casa di Cupertino sono inclusi 13 nuovi simboli: dalle protesi per gli arti superiori e inferiori, agli apparecchi acustici, ai cani guida, al bastone bianco da orientamento per non vedenti,  sedie a rotelle e linguaggio dei segni.

Apple e Android hanno presentato  una selezione dei nuovi design del World Emoji Day, in vista della pubblicazione completa prevista per il prossimo autunno.
I disegni hanno lo scopo di rappresentare meglio le persone disabili.
Un portavoce di Apple ha dichiarato: “Celebrare la diversità in tutte le sue molteplici forme è parte integrante dei valori di Apple.
“Queste nuove opzioni aiutano a colmare una lacuna significativa nella tastiera delle emoji”.
I nuovi modelli, che sono stati proposti per la prima volta l’anno scorso, includono anche variazioni di tonalità della pelle, mescolare e abbinare diversi toni della pelle e generi, con 171 possibili combinazioni.

L’umile emoji, originariamente un insieme di simboli base, progettati per aggiungere un tocco visivo ai messaggi basati sul testo, è diventato un modo per le persone di esprimere la propria identità. E con l’ultima raccolta di piccole icone, gli smartphone di tutto il mondo stanno per diventare molto più inclusivi.

“Una persona su sette in tutto il mondo ha una qualche forma di disabilità”, ha scritto Apple nella sua proposta. “L’aggiunta di emoji emblematiche alle esperienze di vita degli utenti, aiuta a promuovere una cultura inclusiva diversificata della disabilità”. Apple ha detto di aver sviluppato le emoji proposte, in collaborazione con l’American Council of the Blind e la National Association of the Deaf, ed altre organizzazioni.

Il Consorzio Unicode, che cura le emoji, ha annunciato le nuove offerte questa settimana. Dovrebbero essere disponibili su molti smartphone nella seconda metà dell’anno.

Download PDF

Mantenersi idratati: benefici agli occhi

Download PDF

L’importanza Di Rimanere Idratati Per Occhi Sani

Quando il nostro corpo inizia a perdere acqua, cerca di preservare i liquidi presenti trattenendo l’acqua residua, portandolo alla disidratazione. La disidratazione porta ad aumento della sete, secchezza delle fauci, mal di testa, crampi muscolari, secchezza oculare e riduzione della produzione lacrimale. Uno degli organi che dipendono fortemente dall’idratazione per funzionare correttamente, sono i nostri occhi. Molti di noi non sono consapevoli del ruolo significativo che l’acqua svolge nel mantenere gli occhi sani. Qui di seguito si parlerà della  relazione tra salute degli occhi e l’ idratazione.

Effetti della disidratazione sugli occhi

La disidratazione non solo ostacola la nostra funzione renale, ma può anche avere un impatto sui tuoi occhi. Quando siamo disidratati, i nostri occhi non producono lacrime, perché non possono rimanere lubrificati. Questo porta a una serie di problemi come secchezza oculare, affaticamento della vista o problemi alla vista. Ecco alcuni problemi seri causati dalla disidratazione:

Occhio secco

occhi disidratatiI nostri occhi devono essere lubrificati per una visione chiara. Le lacrime mantengono i nostri occhi lubrificati, lavano via la polvere, lo sporco che penetra negli occhi e riduce anche le possibilità di infezione agli occhi. Visione sfocata, occhi irritati sono alcuni dei sintomi dell’occhio secco . In una tale situazione, anche se i colliri possono aiutare a lubrificare gli occhi e ridurre i sintomi, il modo migliore per trattare gli occhi asciutti e mantenere gli occhi sani è la reidratazione. Bere molta acqua e prodotti alimentari a base di acqua, per reidratare e ridurre i sintomi degli occhi asciutti.

Affaticamento degli occhi

affaticamento degli occhi

Questa è un’altra condizione che colpisce gli occhi quando si disidrata. Trascorrere troppo tempo davanti a un dispositivo digitale porta anche all’affaticamento dell’occhio. Visione offuscata, visione doppia, mal di testa e affaticamento degli occhi sono alcuni dei sintomi di affaticamento degli occhi. In caso di affaticamento degli occhi, è estremamente importante bere acqua a sufficienza per reidratare gli occhi e alleviarne i sintomi. Assicurati di bere acqua pulita e sicura per evitare qualsiasi tipo di infezione allo stomaco o malattie trasmesse dall’acqua. Inoltre, il corretto riposo, il battito delle palpebre e la chiusura degli occhi possono anche alleviarne i sintomi.

La relazione tra idratazione e salute degli occhi

Esiste una connessione diretta tra idratazione e salute degli occhi. Ecco alcuni dei motivi per rimanere idratati:

Lubrificazione

Gli occhi devono essere lubrificati per una serie di funzioni importanti. La lubrificazione consente agli occhi di fare qualsiasi cosa, dalla produzione di lacrime alla messa a fuoco. Senza una corretta idratazione, gli occhi non hanno i liquidi necessari per eliminare i corpi estranei dagli occhi, vedere chiaramente o  battere le ciglia. Una corretta idratazione non solo aiuta gli occhi a rimanere puliti ma ci preserva anche dai problemi agli occhi.

Quanta acqua hai bisogno?

Quanta acqua hai bisogno per la cura degli occhi

Bevi almeno otto bicchieri di acqua al giorno per mantenere gli occhi sani. Tuttavia, la quantità di acqua necessaria dipende anche dalle abitudini alimentari, dalle condizioni climatiche, dalle persone che dipendono da molta caffeina o che vivono in aree dal clima secco e che quindi devono bere più acqua. L’acqua sufficiente svolge un ruolo importante nel produrre lacrime sufficienti. La membrana mucosa che copre gli occhi e la congiuntiva rimangono umide quando siamo idratati, combattendo così l’infezione. E’ buona abitudine tenere con sè una bottiglia d’acqua per rimanere idratato durante il giorno, specialmente durante l’estate.

Modi per mantenere gli occhi sani

Oltre a bere abbastanza acqua, ci sono una serie di altri suggerimenti che aiutano a mantenere gli occhi sani. Un regolare controllo oculistico, mangiare cibi che mantengono sani gli occhi può aiutare a evitare problemi. Le persone affette da diabete, ipertensione o con una storia familiare di glaucoma devono prestare particolare attenzione per evitare problemi agli occhi in futuro.

Leggi articolo originale clicca qui

Download PDF

Astaxantina, la regina degli antiossidanti

Download PDF

L’astaxantina viene spesso definita “la regina  dei carotenoidi” a causa della sua reputazione come uno dei più potenti antiossidanti presenti in natura.

L’astaxantina è un pigmento carotenoide rosso presente in natura e classificato come xantofilla, presente nelle microalghe,  nei frutti di mare come salmone, trota salmonata e gamberetti..

Lo stress ossidativo e l’infiammazione sono coinvolti nello sviluppo di malattie aterosclerotiche e quindi molta attenzione è stata rivolta agli alimenti antiossidanti come potenziali agenti per prevenire o trattare queste malattie. L’astaxantina è uno degli agenti più promettenti nella prevenzione delle malattie legate allo stress ossidativo, e sia la ricerca di base che clinica sui benefici per la salute dell’astaxantina si è rapidamente sviluppata negli ultimi anni.

L’astaxantina è biosintetizzata da microalghe, batteri e funghi e si concentra più in alto nella catena alimentare. Gli esseri umani consumano comunemente astaxantina proveniente da:  frutti di mare, salmone, trota salmonata, gamberetti, aragoste, granchio e uova di pesce. L’astaxantina viene anche somministrata ai frutti di mare allevati per aggiungere il colore rosso.😉

A causa della sua particolare struttura molecolare, astaxantina mostra una migliore attività biologica rispetto ad altri antiossidanti, perché può essere collegata alla membrana cellulare dall’interno all’esterno. La catena di poliene in astaxantina intrappola i radicali nella membrana cellulare, mentre l’anello terminale dell’astaxantina può eliminare radicali sia in superficie che all’interno della membrana cellulare.

Oltre alla capacità antiossidante dell’astaxantina, molti studi hanno stabilito che l’astaxantina può esercitare azioni preventive contro l’aterosclerosi attraverso il suo potenziale di migliorare l’infiammazione, il metabolismo dei lipidi e il metabolismo del glucosio.

Astaxantina negli alimenti

L’astaxantina è un carotene lipofilo, quindi un pigmento rosso porpora facilmente identificabile. La sua sintesi avviene esclusivamente negli organismi di tipo vegetale (vedi l’alga Haematococcus pluvialis), che entrando nella catena alimentare penetrano prima nelle carni dei crostacei (gamberimazzancollegranchi ecc.) e poi in quelle dei pesci.
Esempi tipici di pesci ricchi di astaxantina sono il salmone e la trota salmonata (le cui carni rossastre sono dovute all’integrazione alimentare pilotata dall’uomo con piccoli crostacei rossi.  

Vedi anche Olio di Krill

Appartenente alla famiglia delle xantofille, è un pigmento liposolubile ( ha un’alta affinità per le sostanze ad elevato contenuto di grassi) che le consente di attraversare la barriera amato-encefalica e di arrivare alle strutture del cervello e dell’occhio.

Diversi studi hanno dimostrato che la sua peculiare struttura chimica rende il suo posizionamento all’interno delle membrane cellulari più stabile consentendole un’azione antiossidante più efficace: sia dei radicali dell’ossigeno che dell’azoto.

L’Astaxantina è in grado di proteggere la retina dal danno fotoindotto prevenendo anche la perdita di rodopsina, importante pigmento per la visione notturna.

Recenti studi hanno evidenziato, inoltre, che i benefici e gli effetti protettivi si estendono anche a settori diversi dall’oftalmologia, come la cute, il sistema cardiovascolare e quello urogenitale maschile.

Download PDF

3 Sostanze preziose per gli occhi

health care pic
ragazza che fa il gesto del cuore sui suoi occhi
Download PDF

Astaxantina/Luteina/Zeaxantina

Astaxantina, Luteina e Zeaxantina  sono sostanze la cui funzione principale è quella antiossidante cioè di eliminare dall’organismo i temuti e dannosi radicali liberi implicati nei processi d’invecchiamento cellulare, nell’aterosclerosi, nella degenerazione maculare dell’occhio. Non possono essere sintetizzate dal corpo umano e per questo devono essere introdotte quotidianamente nell’organismo. Ciò può avvenire con la dieta o, quando questa è carente, con gli integratori*, così definiti perché integrano un’alimentazione carente. La presenza contemporanea di questi importanti antiossidanti, garanzia di assorbimento, deposito e utilizzo, complementa  e potenzia quella di altri antiossidanti (Vitamina E, Pictogenolo) creando un pool di sostanze fondamentali per il mantenimento della salute e del benessere del nostro organismo.

L’ Astaxantina, è un  carotene, pertanto una provitamina A; si tratta quindi di un elemento lipofilo, ovvero di un principio attivo termostabile che si diffonde efficacemente soprattutto nei tessuti ad alta concentrazione grassatessuto adipososistema nervoso centrale,  pelle), polmone ecc.

In virtù di quanto appena descritto, l’Astaxantina si è rivelata particolarmente efficace nel prevenire alcune patologie ossidative dell’occhio, come la cataratta.
L’attività antiossidante, tuttavia, si sarebbe espletata anche nei confronti della retina e dei vasi retinici, salvaguardando il corretto trofismo di questi tessuti e l’intera funzionalità di questo organo.

 

La Luteina, appartenente alla famiglia delle xantofille, nel nostro organismo si trova in grandi concentrazioni nella macula lutea, la parte centrale della retina che è responsabile dell’acuità visiva; se in sinergia con la Vitamina E e il Pictogenolo , svolge sia un’azione antiossidante sia, attraverso la formazione dei pigmenti maculari, un’azione di filtro nei confronti della luce solare, impedendo alle radiazioni nocive (la luce blu) di raggiungere e danneggiare la retina.

Numerosi studi, tra cui il Last (Lutein Antioxidant Supplementation Trial) dimostrano che la luteina è in grado di proteggere dal danno foto-indotto riducendo lo sviluppo e l’evoluzione di alcune malattie come la cataratta e la degenerazione maculare retinica dovuta all’età e di migliorarne la sintomatologia.

 

La Zeaxantina, appartenente alle xantofille, come la luteina si ritrova nella macula lutea.
Uno studio recente ha dimostrato che la supplementazione di Zeaxantina sarebbe in grado di far aumentare le concentrazioni plasmatiche di luteina.

Ha una potente azione antiossidante contro i radicali liberi e sembrerebbe avere effetti protettivi nei confronti di malattie cardiovascolari, tumori e malattie cutanee. Pare che a livello dell’occhio svolge un ruolo importante contro i danni provocati dalla luce blu e pare poter prevenire, rallentare e alleviare i sintomi della cataratta e della degenerazione maculare retinica .

Disclaimer
*Le informazioni riportate rappresentano indicazioni generali e non sostituiscono in alcun modo il parere medico. Per garantirsi un’alimentazione sana ed equilibrata è sempre bene affidarsi ai consigli del proprio medico curante o di un esperto di nutrizione

Download PDF

L’aeroporto di Bristol presenta il Ramble Tag

Clip-art del Ramble tag
Download PDF

Il Ramble Tag è un sussidio di guida inventato per le persone ipovedenti. È un’imbragatura leggera progettata per essere indossata sulla parte superiore del braccio da una persona guida.

Lavorando in collaborazione con l’OCS, il partner commerciale di assistenza speciale presso l’aeroporto di Bristol, è ora disponibile un’assistenza supplementare per i passeggeri ipovedenti durante la loro permanenza in aeroporto. Il “ Ramble tag” è progettato specificamente per le persone ipovedenti, per migliorare la camminata guidata.

The Ramble Tag è un aiuto per l’ orientamento. Si tratta di un’imbracatura leggera indossata da una persona guida, la si posiziona sul braccio ed ha  una comoda impugnatura. Il prodotto è confortevole, resistente agli agenti atmosferici e utilizza la più recente tecnologia di progettazione.

I due inventori del Ramble Tag mostrano la presa al braccio

particolare della maniglia del Ramble Tag

Che cos’è e come è nato?

Il Ramble Tag è stato creato da Laura Maclean e  dall’ipovedente Tom Forsyth.  Entrambi hanno cani di taglia grande e durante le loro passeggiate, spesso camminavano insieme e Laura si prestava come guida. Diverse volte durante le loro passeggiate, perdevano la continuità fisica del contatto. In una di queste occasioni Laura ha realizzato che Tom aveva bisogno di qualcosa a cui aggrapparsi, e Tom ha risposto di sì “un piccolo appiglio!”

Entrambi hanno immediatamente capito quanto sarebbe stato facile mantenere il contatto in questo modo. Questa condivisione ha dato vita al concetto e all’idea. Sin dai primi giorni hanno sviluppato prototipi, disegni e illustrazioni per perfezionare e sviluppare il prodotto in ogni fase fino alla creazione del Ramble Tag.

Se sei interessato puoi acquistarlo qui: https://rambletag.co.uk/

Laura MacLean, creatrice di The Ramble Tag, ha dichiarato:

“Io e Tom siamo al settimo cielo per avere realizzato la nostra invenzione – il Ramble Tag, è stato accolto a braccia aperte dall’aereoporto di Bristol – È così emozionante vedere i passeggeri che lo usano per la prima volta in un ambiente trafficato come un aeroporto.”

” Siamo molto grati per il supporto che ci è stato mostrato, e speriamo che questo renda il viaggio più facile e più agevole per gli utenti ipovedenti. “

Phil Holder, del Bristol Airport, ha dichiarato:

“Siamo lieti di presentare The Ramble Tag per i passeggeri che utilizzano l’aeroporto di Bristol. Siamo consapevoli che gli aeroporti sono luoghi affollati e pieni di confusione per i viaggiatori ipovedenti. Dopo questa  prova di successo con OCS, il nostro fornitore di assistenza speciale, abbiamo potuto vedere immediatamente il vantaggio per i passeggeri ipovedenti. Il tag Ramble è disponibile per i passeggeri che hanno richiesto assistenza per la disabilità visiva all’arrivo in aeroporto, offrendo una buona idea ogni volta che viaggiano. “

Articolo originale: clicca qui

Download PDF

ELIA Frames©: il nuovo sistema di lettura tattile più intuitivo al mondo

Download PDF

ELIA ha creato un’alternativa moderna al sistema Braille, incredibilmente facile da apprendere per le persone con disabilità visive.

L’azienda ELIA Life Technology PBC nella ricerca di riesaminare il braille, ha creato un sistema di lettura tattile di facile utilizzo, che utilizza la tecnologia e la stampa moderna.

Nel 1829, Louis Braille pubblicò il primo libro introduttivo del sistema braille e, le applicazioni del braille sono state immense, il sistema fu progettato attorno alle tecnologie obsolete del 1800.
La Elia Technology ha  creato un’alternativa moderna ed efficiente che è incredibilmente facile da apprendere per le persone con disabilità visive.
Braille: il sistema attuale
Braille è stato descritto da Fred Schroeder come “la liberazione di un’intera classe di persone da una condizione di analfabetismo e dipendenza e dare loro i mezzi per l’ autorealizzazione e l’arricchimento”. Non potremmo essere più d’accordo, è estremamente importante per coloro che possono leggerlo. Tuttavia, il braille ha notevoli carenze nel 21 ° secolo:
  • Meno dell’1% di coloro che hanno problemi alla vista possono leggere il braille.
    Coloro che perdono la vista da adulti (circa il 98% della popolazione), pochissimi imparano il braille, quindi non è una risorsa percorribile per la stragrande maggioranza di coloro che hanno perso la vista.
  • Il Braille richiede un’eccezionale sensibilità e intelligenza delle dita, oltre a un sacco di determinazione e di tempo: possono essere necessari fino a 10 mesi solo per imparare l’alfabeto.

ELIA: il  sistema modernizzato
Circa 200 milioni di persone con disabilità visive potrebbero trarre beneficio dal sistema  ELIA Frames nel suo attuale design e altri 85 milioni potrebbero trarne beneficio se personalizzati per i propri script standard.
Attualmente, il tasso d’ occupazione delle persone con disabilità visiva è stimato al 43%. Per chi legge il braille, tale percentuale sale all’85%. Con ELIA si può avere lo stesso vantaggio per il 99% di chi non sa leggere il braille.
I frame ELIA possono essere appresi tattilmente in meno di 3 ore e visivamente in pochi minuti, poiché il font fa leva su un alfabeto precedentemente acquisito.

  • Gli adulti che perdono la vista necessitano di 10 mesi per imparare il braille e 5-11 anni di studio braille per raggiungere una velocità di lettura media di 23 parole al minuto
  • I codici Elia possono essere appresi in 3 ore. dopo alcune settimane di studio, un lettore può raggiungere rapidamente una velocità di lettura di 25 parole al minuto. La dimostrazione del sistema è nel  video seguente.

I simboli ELIA, noti come ELIA Frames, sfruttano la tecnologia di stampa moderna e i principi di progettazione per ottimizzare il design di ogni lettera e creare caratteri facilmente identificabili. ELIA Frames è basato sull’alfabeto romano standard, poiché circa il 70% della popolazione mondiale lo utilizza per leggere e scrivere.

Ogni simbolo ELIA presenta una cornice esterna (cerchio, quadrato, casa) e elementi interni che si combinano per formare le caratteri-stiche principali delle lettere dell’alfabeto standard.

foto del sistema di scrittura e lettura Elia

ELIA Frames è in realtà un font composto da caratteri in rilievo che possono essere percepiti dalla punta delle dita, ogni carattere rappresenta una singola lettera (o numero) dall’alfabeto romano ampiamente utilizzato. Ogni carattere è circondato da una “cornice” esterna, in modo che gli utenti possono facilmente percepire dove finisce un carattere e inizia quello seguente.

All’interno di questi simboli ci sono elementi specifici unici per ogni lettera, che si basano sul modo in cui la lettera appare. Ciò ha senso, poiché la maggioranza dei non vedenti è nato con la vista, quindi probabilmente avrà familiarità con l’aspetto delle lettere. Inoltre, questo fattore consente alle persone totalmente e parzialmente ipovedenti di leggere visivamente il font con poco addestramento, poiché i suoi caratteri sono basati sulle lettere che già conoscono.

Come specifica aggiuntiva, il font funziona in qualsiasi dimensione. Al contrario, il braille può essere stampato solo in una dimensione standard, poiché la dimensione degli spazi tra i punti ha un significato.

mascherina in silicone compatibile con tastiera Mac

La soluzione 
ELIA Life Technology PBC mira a cambiare l’equazione utilizzando la ricerca, per oltrepassare le tecnologie di lettura tattile di secoli fa, a un nuovo moderno sistema di risorse. ELIA FRAMES offre l’opportunità di alfabetizzazione, d’impiego e indipendenza a oltre 8 milioni di persone che vivono con disabilità visive.

Ad oggi, quest’azienda  ha ottenuto oltre $ 3,25 milioni in finanziamenti per la ricerca e lo sviluppo. Individua i bisogni delle persone con disabilità visive per sviluppare  tecnologie accessibili e convenienti che renderanno possibile l’accesso al testo e grafica tattili per tutti. I loro progetti attuali includono una stampante e un display tattile.

Download PDF

il nuovo Braille per “tutti”: il font universale per ciechi e per vedenti

Braille Neue
Download PDF

Braille Neue, un codice di scrittura per non vedenti che coincide con le lettere dell’alfabeto.

Il designer Kosuke Takahashi ha sviluppato un font chiamato “Braille Neue” che armonizza l’alfabeto romano standard con il braille, l’alfabeto tattile usato da persone con problemi di vista. Il nuovo font correla ogni carattere braille direttamente con la sua controparte romana nell’alfabeto e con il suo partner arabo nel sistema numerico, creando un rapporto uno a uno che può rendere leggibile qualsiasi testo contemporaneamente sia in inglese scritto che in braille.

Il Braille è solo un sistema di caratteri (al contrario di una lingua completamente diversa), quindi ogni carattere in braille indica già direttamente una lettera nell’alfabeto romano. Tuttavia, le rappresentazioni tattili di quei caratteri non sono state progettate per assomigliare alla forma delle lettere visive: una “A” in braille, in altre parole, non è una serie di punti a forma di “A”. Il Braille Neue modella in modo creativo i suoi caratteri romani per conformarsi al braille standard, creando un font doppiamente utile che include le persone con problemi di vista.

schema di corrispondenza dei sistemi Braille e Braille Neue

Per progettare questo carattere, Il designer Takahashi ha iniziato partendo dalla base della griglia braille. Cercava di disegnare i caratteri giapponesi collegando i punti, ma poiché non riusciva a spostare i punti in braille, per non distruggere la leggibilità del braille, doveva essere più creativo con le forme delle lettera stesse. “Le linee erano tutte incasinate e avevano forme terribili”, dice. La disposizione sembrava semplicemente incompatibile con le forme complicate delle lettere. Così cambiò direzione, ricadendo nell’alfabeto latino più semplificato per dimostrare il concetto. L’alfabeto latino stato molto più facile da gestire, anche se ammette che le  forme di testo “I” e “V” sono ancora troppo difficili da leggere, quindi si riserverà di rivederle in futuro. Dopo aver sviluppato una certa scioltezza con la sua tecnica, ora è tornato al carattere giapponese.
I risultati parlano da soli e Takahashi immagina che il Braille Neue potrà inaugurare un’ era più inclusiva per il wayfinding, cioè i cartelli informativi per l’orientamento e altri elementi grafici negli spazi pubblici. “Il più grande vantaggio è che un segno può funzionare per tutti ovunque”, afferma Takahashi. “Inoltre, questo carattere non richiede che il Braille occupi spazio aggiuntivo per i segni.” Spera di implementare il Braille Neue da qualche parte alle Olimpiadi e Paraolimpiadi di Tokyo del 2020.

Download PDF

Convegno sulle Distrofie retiniche – Torino 17.02.2018

Download PDF

Sabato 17 febbraio, presso l’ospedale Mauriziano di Torino, si è tenuto un importante convegno organizzato dall’associazione Retina Italia e dall’UICI (Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti) di Torino. L’incontro si intitola “Distrofie retiniche: i passi della ricerca per una soluzione futura. Le norme, i servizi e gli aiuti per vivere oggi”.

Per chi non ha potuto partecipare al convegno  e per coloro che, pur avendo partecipato vogliono rivedere e riascoltare gli interventi, sono stati pubblicati i video sul  blog di Retina Italia.

Buon ascolto e buona visione

Download PDF

Una tecnologia rivoluzionaria per la prevenzione della cecità

Intelligenza artificiale il prossimo passo nella Diagnostica
Download PDF

La società IDx sta rivoluzionando la tecnologia sanitaria creando dispositivi medici di prossima generazione in grado di rilevare automaticamente la malattia degli occhi tramite le immagini retiniche. Queste diagnosi possono già essere riscontrate presso  l’ambulatorio del medico di base.

Nei prossimi 20 anni si stima che nel mondo, l’85% dei 415 milioni di pazienti affetti da diabete svilupperà una retinopatia diabetica (DR). Per evitare la perdita devastante della vista, lo screening per DR è diventato una parte fondamentale nella gestione del diabete.

IDx-DR è una soluzione algoritmica avanzata per il rilevamento della retinopatia diabetica e dell’edema maculare diabetico. Creato attraverso la combinazione di analisi di immagini classiche, tecniche di deep learning e competenze oftalmiche, IDx-DR fornisce risultati rapidi e affidabili attraverso Secure Cloud (protezione dati) per consentire lo screening DR nelle prime linee di cura.

Questa tecnologia è stata sviluppata basandosi sulle conoscenze degli specialisti leader della retina a livello mondiale. Gli algoritmi IDx esaminano le immagini per specifiche caratteristiche della malattia, proprio come farebbe un dottore oftalmologo.

La compagnia di Iowa City ha creato un “dispositivo rivoluzionario” per combattere la cecità Incrementando la diagnosi precoce

Questa tecnologia è destinata all’uso ambulatoriale dei medici di base. Gli Optometristi, oftalmologi e specialisti della retina sono qualificati per diagnosticare la retinopatia diabetica, ma è fondamentale la diagnosi precoce della malattia.

Per il presidente e fondatore della società IDX, il dott. Michael Abramoff, usare la tecnologia artificiale per combattere la retinopatia diabetica, è qualcosa d’ indispensabile da attuare in questi anni.

Questi sono stati gli obiettivi perseguiti durante la ricerca:

  • FAR GUADAGNARE TEMPO AI  PAZIENTI SULLA MALATTIA
    Consentendo uno  screening tempestivo più vicino a casa, capillare sul territorio.
  • CURA PIÙ COMPLETA
    Espandendo la possibilità di diagnosi  ai medici di  base della medicina generale
  • IMPEDIRE LA CECITÀ
    Incrementando la diagnosi precoce della malattia trattabile. 
“Vedo pazienti che hanno questa malattia e che purtroppo molte volte viene loro diagnosticata tardi, o troppo tardi. Penso che se solo fosse stata individuata prima, avremmo potuto fare molto per prevenire il peggio”,  dice il dottor Abramoff.

Più di 30 milioni di americani hanno il diabete e circa 24.000 di essi perdono la vista ogni anno. La principale causa di questa cecità è la retinopatia diabetica.

IDX ha creato un dispositivo in grado di rilevare autonomamente la malattia, semplicemente scattando alcune foto dell’occhio. Questa tecnologia è basata sul confronto e l’utilizzo di milioni di foto di retine con e senza la malattia.

“Sto essenzialmente automatizzando quello che faccio col mio lavoro di specialista”, dice il dottor Abramoff.

Il Dott. Abramoff afferma che molti pazienti non hanno l’abitudine d’ includere la visita di un oculista nei controlli annuali presso il medico di base.

“Attualmente le percentuali dei controlli oftalmici sono terribilmente bassi, meno del 50% in molti casi, spesso anche più basse nelle popolazioni rurali o sottoservite”, ha dichiarato John Casko, Vice Presidente del Business Development di IDX. “In questo progetto stiamo trasferendo la conoscenza esperta di uno specialista della retina, in questa tecnologia, per metterla a disposizione nelle prime linee di cura”.

Ciò significa che un medico di base ha bisogno solo di un training di quattro ore per essere in grado di utilizzare il dispositivo. Un paziente può essere sottoposto all’esame mentre viene monitorato per altre cure preventive.

Il dispositivo è stato sottoposto a test clinici e i dati sono stati inviati alla FDA.

* I prodotti IDx ancora non sono stati approvati dalla FDA e non sono attualmente in vendita negli Stati Uniti. IDx-DR ha ricevuto l’autorizzazione come dispositivo medico di classe 2 in vendita nell’Unione europea.

L’amministrazione lo ha etichettato come “dispositivo rivoluzionario”, il che significa che dopo il controllo otterrà una certificazione rapida.

IDX spera di avere una risposta dalla SDA entro i prossimi mesi.

Download PDF

Microsoft Soundscape aiuta le persone ipovedenti a navigare nelle città

Nuova app Soundscape di Microsoft
Download PDF

Microsoft ha appena lanciato Soundscape, una nuova app per iOS che mira a offrire alle persone non vedenti o ipovedenti una maggiore consapevolezza del proprio ambiente utilizzando segnali 3D per navigare nelle città. Usando il GPS e la bussola incorporata nel telefono, l’app può dirti dove sei, cosa ti circonda e cosa ti sta di fronte.

Vale la pena sottolineare che l’app non vuole sostituire né il cane guida né il bastone bianco. Invece, vuole arricchire la percezione della persone di ciò che li circonda. D’altronde un cane guida non può dirti che il tuo negozio preferito è dietro l’angolo se ti trovi in una città sconosciuta o in quale strada ti trovi. Con l’app, gli utenti possono impostare beacon audio per destinazioni e punti di riferimento. Utilizzando il GPS e la bussola incorporata nel telefono, l’app genera quindi i segnali audio spaziali. I dati di mappatura sono forniti da OpenStreetMap.

“Evitare un ostacolo non è un problema, abbiamo il cane, il bastone e le nostre capacità sensoriali per questo”, ha detto oggi Erin Lauridsen, direttore della tecnologia di accesso, LightHouse for the Blind a San Francisco. “Il divario è sapere dove sono le cose e essere in grado di decidere ciò che interessa”.

L’app offre tre modalità: “locate” ti dice dove sei, “intorno a me” chiama quattro posti di interesse intorno a te e “ahead of me” fornisce i nomi di cinque posti di riferimento di fronte a te.

Se alcuni di questi sembrano familiari, probabilmente è perché Microsoft ha lavorato a questo progetto già da un po ‘di tempo. Nel 2014, il team stava lavorando con i telefoni Windows Phone e stava sperimentando con cuffie con conduzione ossea. A quel tempo, Microsoft sperava anche di utilizzare sensori e beacon nelle città per fornire informazioni aggiuntive come gli orari di arrivo degli autobus. Oggi, Windows Phone non esiste più e l’esigenza di utilizzare una cuffia a conduzione ossea è stata rimossa, ma l’idea generale alla base di Soundscape è sempre rimasta la stessa.

Se vuoi vedere l’applicazione in azione, dai un’occhiata a questo video (e indossa le cuffie per ottenere gli effetti audio 3D).

“Il paesaggio sonoro riempie una grande quantità della mappa mentale mentre ti muovi, rendendoti facile e senza intoppi sapere cosa c’è intorno a te”, sottolinea Erin Lauridsen di Lighthouse for the Blind a San Francisco. Microsoft Soundscape è un progetto di ricerca che esplora l’uso di segnali audio 3D per aiutare a costruire una conoscenza più completa dell’ambiente circostante.

Articolo originario: Clicca qui

Download PDF

Le attività della vita quotidiana di una persona cieca

Identificazione lattine
Download PDF

Per i 314 milioni di persone con disabilità visive e i 45 milioni di individui ciechi nel mondo, sono numeri stimati dall’Organizzazione mondiale della sanità,  i compiti quotidiani che le persone che vedono danno per scontate, possono diventare sfide difficili. Dal vestirsi al mattino al cucinarsi la colazione, un cieco deve organizzare meticolosamente la sua vita per vivere in modo indipendente. Se ti stai occupando di una persona cieca, aiutarlo con un atteggiamento pro-attivo nelle sue attività di vita quotidiana, può dargli più fiducia nel cercare di vivere in modo indipendente e nell’organizzare la sua vita.

Vestirsi e aver cura della propria persona

Se ti occupi di una persona cieca, una delle abilità di base che devi stimolare è la cura di sè per avere un bell’aspetto, per vestirsi dignitosamente e soprattutto la sua cura personale. Un individuo cieco probabilmente vorrà occuparsi di fare la doccia, la rasatura e altro in privato, quindi aiutarlo ad organizzare e posizionare gli strumenti giusti negli stessi posti, dove ogni giorno può semplificare la sua routine, è preziosissimo. Organizza il suo armadio, io personalmente per il mio, ho optato delle scatole con etichetta dove tutto è diviso per tipo e colore. Cercate insieme i vestiti che usa più frequentemente e posizionateli in modo facilmente accessibile. Se necessario, in base alla sua capacità, riponi gli indumenti la sera prima in modo che la lui o lei possa vestirsi da solo, rispetta i suoi tempi.

Cucina e organizzazione

La cucina può sembrare un posto minaccioso per i ciechi, motivo per cui la sicurezza è della massima importanza quando ci si prende cura di un individuo cieco o ipovedente. La scelta di utensili con impugnature ampie e morbide può rendere più comodo a un cieco il taglio e il consumo del pasto. Uno sforzo per organizzare la cucina in modo che gli oggetti siano sempre nello stesso posto, può aiutare a trovare facilmente determinati oggetti in cucina. Fare il lavoro di preparazione può anche aiutarlo ed incoraggiarlo ad essere indipendente. Lascia in frigorifero frutta e verdura con etichette braille o immagini in rilievo che rappresentano il cibo all’interno dei contenitori.

Tecnologia e comunicazione.

Una persona cieca diventa più abile nel trattare  la sua condizione, se si introduce la tecnologia per la comunicazione nella sua vita. I programmi dei computer per non vedenti utilizzano la voce e il suono per leggere le pagine Web, così come la dettatura vocale per la scrittura oppure le tastiere in Braille rendono facile tenersi in contatto via e-mail. Esistono classi e seminari per aiutare i ciechi ad imparare come utilizzare agevolmente la tecnologia nelle loro vite. Ciò consente anche importanti opportunità d’interazione con le persone della società, sia cieche che vedenti, per mantenere una vita sociale sana.

Trasporti

I trasporti e gli spostamenti possono essere una sfida seria nella vita di un individuo cieco. Se la persona di cui ti occupi usa un bastone, un cane guida o altri strumenti, usare i mezzi pubblici e fare una semplice passeggiata possono diventare un lavoro ingrato. Iniziate a fare viaggi frequenti e semplici in giro nelle zone limitrofe della propria abitazione può aiutare la persona a sentirsi più a suo agio nel muoversi in città Prova a lasciare che sia lui a scegliere il percorso il più spesso possibile, intervenendo solo se la sua sicurezza è in pericolo. Questo gli darà sicurezza e capacità di viaggiare senza un accompagnatore.

Download PDF

Tre motivi per cui vale la pena fare un check-up annuale agli occhi

Medico oculista visita una paziente
Download PDF

E’ consuetudine credere, che gli esami oculistici di routine siano solo per le persone che hanno una vista non perfetta, questo è un equivoco che potrebbe essere dannoso per la salute della vista. Secondo gli optometristi della Reed Eye Associates di Rochester, NY, è importante pianificare un esame della vista almeno una volta all’anno per mantenere gli occhi sani.

Come possono gli esami oculistici annuali aiutarci a mantenere gli occhi sani

1. Valutazione della tua vista.

Il motivo principale per un esame oculistico è che il medico valuti la tua visione e determini se hai bisogno di una nuova prescrizione. Una cattiva visione porta  a sintomi come emicrania ed affaticamento, che possono avere un impatto negativo sulla produttività e causare problemi al rendimento scolastico dei bambini. I bambini non conoscono quanto e come devono vedere, per cui se non vedono troppo bene, non se ne possono neanche lamentare. L’apparato visivo del bambino si sviluppa entro i 6- 8 anni di vita, un difetto di vista non corretto o uno strabismo non corretto entro quest’età spesso non sarà più correggibile in futuro.

2. Come gli esami oculistici annuali aiutano a mantenere gli occhi sani

Le malattie oculari gravi come il glaucoma e la cataratta possono svilupparsi nel tempo e raramente mostrano sintomi evidenti nella fase iniziale. Se non vengono trattati precocemente, possono causare il degrado degli occhi e l’eventuale cecità. Esami oculistici di routine sono il modo più efficace per rilevare questi problemi e ottenere il trattamento adeguato.

3. Scoprire condizioni mediche gravi

Oltre a controllare le malattie degli occhi, un esame oculistico può anche rilevare gravi condizioni mediche che influenzano la vostra salute in generale, come il diabete, l’ipertensione e i tumori cerebrali. Attraverso la diagnosi precoce, il tuo oculista può indirizzarti da uno specialista  in modo da poter ottenere il miglior piano di trattamento.

Pianificare un esame oculistico annuale e fissare un appuntamento, tra cui lo screening della vista, eventuali procedure chirurgiche oppure  prescrizioni per nuove lenti , aiutano i pazienti a mantenere gli occhi sani.

Perché dovrei fare l’esame della vista da un oculista e spendere 100/150 euro quando in quasi tutti i centri commerciali ci sono negozi di ottica che fanno la visita gratuitamente? Quali differenze vi sono?

L’ottico non è un medico; può misurare la vista e in alcuni casi, quando è scrupoloso ed esperto, può ipotizzare la presenza di problemi che impediscano la visione ottimale con la migliore correzione, ma non è in grado di formulare alcuna diagnosi di certezza e, proprio in quanto non medico, non può somministrare alcun farmaco nemmeno sotto forma di collirio, tra cui quello per dilatare la pupilla, indispensabile per il corretto e completo esame della retina.

La competenza dell’ottico si esaurisce nella valutazione della capacità visiva e nella determinazione della migliore correzione con la quale raggiungere la miglior qualità visiva; tuttavia, di fronte a qualsiasi impedimento in questo senso, interviene il medico oculista. Anche in caso di visione ottimale inoltre, possono esistere vizi refrattivi (come l’ipermetropia soprattutto nei bambini) che vengono compensati dal paziente che è così in grado di raggiungere la migliore capacità visiva, al prezzo di uno sforzo accomodativo che può provocare affaticamento e cefalea.

Articolo originale clicca qui

Download PDF