Brownies 3 ingredienti, alla crema di cacao e nocciole

Download PDF

Brownies con solo 3 ingredienti, belli densi, umidi e carichi di cioccolato: Crema di nocciole al cioccolato, farina di mandorle e uova, oppure potete  sostituirle con “uova di lino”! Sono migliori dei brownies in scatola  e diventeranno i tuoi nuovi preferiti! (Paleo, Vegan, Senza Glutine)

Servono solo tre ingredienti e in pochissimi minuti il dolce sarà pronto per essere infornato.
Non servono attrezzi particolari, solo una frustina elettrica e in 5 minuti esatti avrete fatto tutto.
Il dolce si conserva a lungo fuori dal frigo e resta tale e quale.

Ingredienti per uno stampo da 20 x 20 cm

  • 270 g o 1 Tazza di crema di cacao e  nocciole bio, ma siete liberi di usare  la Nutella o la Nutella fatta in casa.
  • 35 g farina di riso finissima
  • 35 g Maizena 
  • 100 g o 1 tazza di farina di mandorle
  • 2 uova o equivalente di uova di lino Vedi articoloI

struzioni

Preriscaldate il forno a 170 gradi. Rivestite una teglia con carta forno e mettete da parte.
In una grande ciotola, mescolate tutti gli ingredienti. Versate l’impasto nella teglia foderata e usate una spatola per allargarla e livellarla.
Cuocere in forno per 25-30 minuti, fino a quando la superficie è croccante e lo stecchino esce ‘solo’ pulito. Togliere dal forno e lasciare raffreddare nella teglia. Una volta raffreddato, tagliarlo a pezzi.
Appunti
* Se si utilizza l’opzione vegana, sostituire l’equivalente con la mucillagine di  lino – guardare il mio articolo qui.
I brownies a 3 ingredienti  possono essere conservati a temperatura ambiente. Se i brownies risultassero troppo morbidi, refrigerateli durante la notte per rassodarli. Anche freddi sono buonissimi.

 

Download PDF

Tiramisù light

Download PDF

Per questa variante del tiramisù, non si utilizzeranno né uova nè mascarpone, è preparato con una crema fatta con latte di riso e panna vegetale. Vi sembrerà strano ma è ugualmente buona. Questo dolce è facile da fare e vi garantirà un dessert  che stupirà tutti i vostri ospiti a cena. Pronti a gustare la dolcezza della crema, l’aroma dei biscotti imbevuti nel caffè e l’intensità del cacao amaro? Una variante naturale, davvero golosa! 

Persone: 4         Preparazione: 20 min         Cottura: 15 min

Ingredienti:

• 30 biscotti tipo Savoiardi  (Vicenzovo senza glutine e lattosio)
• 4 tazzine di caffè
• cacao amaro in polvere q.b.
• 250 g di latte di riso
• 120 g di panna vegetale
• 1 bustina di vanillina
• amido di riso q.b.
• 20 g di zucchero

Strumenti:

  • Fruste elettriche
  • Ciotola grande

Procedimento

Cominciamo a preparare la crema per il tiramisù: versate in una pentola il latte di riso, aggiungete la bustina di vanillina e lo zucchero, poi cominciate a mescolare mentre il tutto si scalda a fiamma bassa. Aggiungete un cucchiaio di amido di riso setacciato per far addensare e lasciate sul fuoco finché il composto non comincerà a bollire. Una volta pronta, versatela in una ciotola e lasciatela raffreddare in frigorifero per almeno 15 minuti.

Trascorso il tempo necessario al raffreddamento, montate la panna vegetale e aggiungetela alla crema mescolando per bene ma delicatamente. A questo punto, scegliete se realizzare dei piccoli tiramisù monoporzione, oppure se servire il dolce vegano in una teglia o in una pirofila. Bagnate i biscotti nel caffè e disponeteli alla base della pirofila o delle coppette. Coprite i biscotti inzuppati con la crema e realizzate due o tre strati continuando ad aggiungere man mano i savoiardi. Dopo aver aggiunto l’ultimo strato di crema, spolverate con del cacao e, se lo desiderate, completate con delle scagliette di cioccolato fondente. Lasciate riposare in frigo per almeno due ore prima di servire. Buon appetito! ! Conservate in frigo per un massimo di 3 giorni.

Download PDF

Biscotti tipo savoiardi con aquafaba

Download PDF

BISCOTTI TIPO SAVOIARDI con aquafaba

Friabili e “inzupposi”, questi savoiardi con aquafaba saranno i biscotti perfetti per realizzare i vostri tiramisù ultra-light, dando sostanza e spessore ad uno dei nostri dolci preferiti.

Preparazione: 20 min. Cottura 20 min.    Tempo totale 40 min.
Dosi per 12 porzioni

Ingredienti:

  • 125 ml di acquafaba acqua di cottura dei ceci  n vetro (fredda da frigo)
  • 100 g di farina di farro
  • 100 g di fecola di patate
  • 100 g di zucchero a velo
  • 40 g di olio di riso (o altro olio dal sapore delicato)
  • 1 bustina di cremor tartaro (o lievito per dolci)
  • un pizzico di sale
  • limone (scorza grattugiata)

Stumenti

  • Bilancia con sintesi vocale oppure con numeri grandi digitale
  • Ciotola grande
  • Sac-a-poche
  • Sbattitore elettrico
  • Stampo per savoiardi per avere riferimento tattile (se necessario)

Procedimento:

Prima di cominciare pesate tutti gli ingredienti, preparate anche una sac-a-poche con beccuccio liscio e due teglie ricoperte con carta forno oppure lo stampo per savoiardi in silicone.
Nel pesare uniamo insieme farina, fecola e lievito, preriscaldiamo il forno a 200 ° in modalità statico.

Montare l’aquafaba fredda in una ciotola, unendo qualche goccia di limone, la scorza e tutto lo zucchero indicato.
Lavoriamo con uno sbattitore elettrico fino ad ottenere un composto bianco, spumoso e fermo.

Quando l’aquafaba sarà montata, uniamo a filo l’olio piano piano fino ad incorporarlo tutto.
A questo punto, aggingete la farina + fecola + lievito setacciati , in 4 o 5 riprese spatolando delicatamente dal basso verso l’alto in modo da non smontare il composto.

Inseriamolo delicatamente nella sac a poche e formiamo dei bastoncini sottili di circa 7 cm: in questa fase dovremo essere più rapidi possibile in modo che il composto non si appiattisca.
Spolverizziamoli prima con zucchero, poi con lo zucchero a velo, quindi infornare la prima teglia.
Procediamo fino a terminare il composto e inforniamo anche la seconda.

Cuociamo i Savoiardi, in forno già caldo per  15 Minuti circa.
Sforniamoli e facciamoli freddare su di una gratella.

Conserva i Savoiardi, una volta freddi, in una scatola di latta o in contenitore ermetico.
Sono adatti per preparare dolci al cucchiaio come il tiramisù, ma molto gustosi e fragranti anche per una merenda o uno spuntino. Deliziosi come idea regalo!

Download PDF

Torta di Farina di Mandorle al Limone

Download PDF

Questa torta di farina di mandorle al limone è salutare, leggera,e soffice. E’ il dessert perfetto per la primavera e soddisferà sicuramente le tue voglie di dessert in modo sano! Questa torta non è solo senza glutine ma anche senza latte. Si completa  con una glassa al limone e salsa di mirtilli.

Come usare la farina di mandorle
Personalmente  uso molto la farina di mandorle nelle mie ricette. La adoro per questi  motivi:

  • Aiuta i prodotti da forno ad avere una consistenza sorprendente
  • E’ nutriente qui approfondimenti sulla farina di mandorle
  • E’ naturalmente senza glutine
  • E’ priva di cereali

Perché uso  l’olio d’oliva nella torta? Quando cuoci una torta, il grasso gioca e un ruolo importante, aiuta a rendere umida la torta, ma aiuta anche a sviluppare una consistenza un po’ spugnosa. Questa torta le ha entrambe e il segreto sta nell’ olio d’oliva!

Naturalmente, quando hai cliccato su questa torta di farina di mandorle al limone, ti aspetti di vedere la farina di mandorle come base. Sì, la sto usando come nostra farina primaria, ma aggiungendo della farina di quinoa, aiuta a darle una briciola leggermente più densa e un po‘ più di altezza.
Oltre alle  farine, la ricetta è in realtà abbastanza semplice. Stiamo usando:

  • uova come legante e struttura
  • miele per addolcire
  • olio d’oliva per aggiungere ulteriore umidità
  • succo di limone e scorza per il  sapore

In tutto questo dolce di farina di mandorle ha solo 11 ingredienti ed è fatto in una ciotola!

Tempo di prep. 15 minuti       Tempo di cottura 40 minuti
Tempo totale 1 ora                    Porzioni 12 porzioni

Ingredienti

  • 4 uova grandi
  • 110 ml o (1/2 tazza) di olio d’oliva
  • 100 gr o (1/3   di tazza) di miele
  • 60 ml o (1/4 tazza) di succo di limone (circa 2 limoni)
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro
  • 200 g. o (2 tazze) di farina di mandorle
  • 1/2 tazza di farina di quinoa
  • 1 1/2 cucchiaini di lievito in polvere
  • 1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1/4 cucchiaino di sale marino fine
  • scorza di 2 limoni

Per la glassa

  • 50 g o 1/4 tazza di mirtilli  freschi o congelati
  • 50 g o 1/2 tazza di zucchero a velo biologico
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 1 stampo a cerniera per torte

Strumenti

  • Bicchiere Mixer per proteine o una ciotola grande per mescolare
  • 1 foglio carta forno
  • stampo a cerniera di 22 cm

Istruzioni

Preriscaldate il forno a 175º e prepara uno stampo a cerniera  da 22 cm. Coprite il fondo con carta forno, quindi agganciate nuovamente lo stampo e ritagliate l’eccesso. Ungete  i lati e il fondo dello stampo  e mettetela da parte.
Sbattete insieme le uova e il miele fino a quando non sono soffici e diventano di un giallo pallido. Aggiungete gli altri ingredienti umidii e sbattere bene.
Aggiungete gli ingredienti secchi e mescolate fino a quando non sono stati ben miscelati. Piega nella scorza di limone.
Trasferire l’impasto  nella teglia unta e cuocere per 20 minuti, quindi coprite con un foglio e cuocete per altri 20 minuti fino a quando un tester per torte inserito al centro risulta pulito.
Far raffreddare la torta prima di rimuovere dalla teglia con la molla.
Aggiungi le more in una piccola casseruola e scalda a fuoco medio. Cuocere fino a quando non è possibile schiacciarli con una forchetta e quindi rimuovere dal fuoco.
In una piccola ciotola, sbatti insieme lo zucchero a velo e il succo di limone. Versare la glassa sopra la torta e distribuirla con la parte posteriore di un cucchiaio. Posiziona le bacche schiacciate al centro e lascia che i succhi si mescolino con la glassa.

Affetta e servi con panna montata, gelato, frutti di bosco freschi, un filo di miele, ecc.

 

Download PDF

Pancakes alla Banana – 3 ingredienti

Download PDF

La farina di mandorle, in questa ricetta, risolve tutti i problemi che le ricette dei pancakes minimalisti di solito incontrano: troppa banana – troppo sapore di frittata – troppo mollicce. Come nei macarons francesi, la farina di mandorle in questo caso agisce come la “farina” di farina. Non solo offre una consistenza soffice, ma equilibra i sapori forti della banana e dell’uovo. (Se ti avanza  troppa farina di mandorle  nella tua dispensa dopo questa ricetta, e non prevedi di consumarla a breve, la puoi conservare nel freezer; in questo  modo conserva la sua freschezza più a lungo.)

Tempo di prep. 5 min      Cottura tot. 12 minuti          Dosi per 6 piccole frittelle

Ingredienti

Se volete aggiungere:

  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaio di olio di cocco (o quello che preferite) per ungere la padella .

Istruzioni

Ungete e preriscaldate una padella girafrittata antiaderente  sul fuoco medio.
In un flacone mixer a bocca larga, tritate la banana con un frullatore ad immersione fino a rendere il composto liscio. Aggiungete le uova e la farina di mandorle, inserire la sfera metallica e chiudete il tappo a vite. Agitate vigorosamente.

Se vi viene più comodo, potete fare la pastella anche  mescolando tutto insieme in una ciotola con una forchetta! I pancake avranno una struttura più grossolana.

Ungete le due parti della padella con l’olio di cocco. Fate scaldare una parte della padella, versate la pastella, (2 cucchiai per ogni pancake.) Cuocete per circa 1-2 minuti, fino a quando i bordi diventano dorati. (Sentite il profumo)
Agganciate l’altra parte della padella, capovolgi e cuoci un altro minuto. Continuate fino a quando non avrai preparato tutti e 6 i pancakes.
Servite caldi,  con i condimenti preferiti.

Note

Condimenti a scelta: burro di mandorle fatto in casa, scaglie di cocco non zuccherato, frutti di bosco freschi, panna montata al cocco, sciroppo d’acero, noci, ecc.
La migliore banana da usare è quella perfettamente gialla, o che inizia ad avere  macchie marroni. Se è troppo matura e marrone, le banane rilasceranno troppo liquido rendendo  questi pancake molto sottili e poco legati.

Download PDF

Sostituire il lievito chimico nei dolci

Download PDF

Se avete terminato il lievito per dolci in casa, e volete ugualmente cucinare una torta lievitata, ecco alcuni metodi per poterlo sostituire.

Il lievito per dolci in cucina può essere sostituito utilizzando ingredienti facili da reperire, come limone, aceto, bicarbonato e così via. Non vi fornirò tutte le soluzioni, ma solo quelle più pratiche e semplici da applicare con ingredienti che avete di sicuro già in casa. Una bustina di lievito chimico si sostituisce aggiungendo all’impasto:

1. 6 gr di bicarbonato di sodio + 30 ml di succo di limone

2. 6 gr di bicarbonato di sodio + 50 ml di aceto bianco

3. 6 gr di bicarbonato di sodio + 70 grammi di yogurt

4. 6 gr di bicarbonato di sodio + 50 ml di aceto di mele 5. 6 gr di ammoniaca alimentare per dolci

6. 3 albumi montati a neve ferma + 2 g di cremor tartaro

Adesso avete sei soluzioni alternative alla classica bustina e sapete come sostituire il lievito nei dolci, in cucina.

Download PDF

Mix di farine senza glutine per dolci e salati

Download PDF

Preparazione del mix di farine senza glutine per dolci e salati

Per ottenere un buon mix di farine senza glutine non si può andare a caso, perché ogni farina ha una resa del tutto diversa dalle altre. La miscela, come spiega un’esperta in un suo libro, deve avere:

  • una farina solida (meglio se integrale), come quella di riso, di mais o di sorgo.
  • un amido, come fecola di patate, tapioca o maizena.
  • una farina gustosa, come mandorla, nocciola, cocco, amaranto, miglio, quinoa (adatta alle crostate), teff o grano saraceno (che sconsiglio per i dolci, a meno che non vi piacciano i sapori molto rustici).

Detto questo cerchiamo di stabilire anche delle proporzioni:

La farina solida e l’amido vanno miscelati tra loro al 60% e al 40%, mentre la farina gustosa dovrebbe essere all’incirca la stessa percentuale dell’amido.

In sostanza le percentuali (variabili in base ai vostri gusti e alla farina che sceglierete) sono più o meno queste:

  • 40% farina solida
  • 30% amido
  • 30% farina gustosa.

Potete giocare con queste percentuali 60,20,20.  oppure 40,30,30.

Se non volete la terza componente, potete miscelare solo le prime due al 50%.

In questo articolo io vi do il mio mix personale, col quale ho preparato un’ottimo plum-cake. L’ho conservato in un recipente a chiusura ermetica e sarà pronto per la prossima occasione. Ho gradito anche un mix precedente con la farina di cocco, ma naturalmente dovete aver intenzione di avere un aroma al cocco. Voi non mancate di trovare il vostro mix ideale, provando varie combinazioni. La farina di riso e la farina di mandorle potete anche farle in casa.

Mix di farine senza glutine

  • Dosi per 500 gr
  • Pronto in… pochi minuti

Ingredienti

  • 200 gr farina di riso
  • 150 gr fecola di patate
  • 150 gr di farina di mandorle

Procedimento

  • Se utilizzate farine già pronte, basta miscelarle.
  • Conservate in un contenitore di vetro con chiusura ermetica.
Download PDF

Brownies fondenti 3 ingredienti

Download PDF

Questi Brownies fondenti  con soli  3 ingredienti (senza glutine, vegani, paleo) ti stupiranno! Sono morbidi, super cioccolatosi e dolci. Sono i miei preferiti per quanto sono facili da preparare e probabilmente hai già tutti gli ingredienti in casa!
Solo perché ho usato tre ingredienti per questi brownies non significa che non puoi aggiungerne altri. Puoi usare questa ricetta come “base” e quindi aggiungere cose che ti piacciono come cannella, vaniglia, gocce di cioccolato o glassa in cima!

Tempo di prep.: 5 minuti                         Tempo di cottura 19 minuti
Porzioni 12 brownies

Ingredienti

  • 3 grandi banane extra mature
  • 250 gr di burro di mandorle  o di arachidi cremoso biologico salato o non salato
  • 40 gr di cacao amaro in polvere

Strumenti:

  • Forno
  • Ciotola per mescolare gli ingredienti
  • Schiacciapatate a molla

Istruzioni

Scaldare il forno a 170  gradi

In una grande ciotola, schiacciate le banane fino a renderle prive di grumi. Aggiungete  il burro di mandorle e il cacao in polvere e mescolate bene

Ungete una teglia e distribuite uniformemente l’impasto nella padella.

Cuocere 17-20 minuti.

Usa il metodo dello stuzzicadenti per sentire se sono ben cotti

Lascia raffreddare i brownies in frigorifero per 45 minuti.

Conservare in frigorifero per gustarli al meglio

Download PDF

Pancakes alle patate dolci egg-free

Download PDF

Questi pancakes facili e sani, hanno ingredienti molto salutari come le  patate dolci, la farina di ceci, latte di riso, cannella e olio d’oliva. Sono super proteiche e sono perfette per le mattinate impegnative di studio e  di attività fisiche.

Tempo di prep.:5 min.    Cottura : 10 minuti       Tempo tot.:15 minuti

Ingredienti

  • 90 g farina di ceci
  • 150 ml latte di riso (o a vostra scelta)
  • 140 g patate dolci (circa)
  • 10 g lievito per dolci in polvere
  • 1 pizzico sale
  • 1 pizzico cannella (opzionale)

Strumenti

Procedimento

1. In una ciotola capiente, unire farina di ceci e lievito in polvere. Aggiungere un pizzico di sale ed eventualmente la cannella e mescolare con una frusta, aggiungendo gradualmente il latte di riso.

2. Dopo aver precedentemente cotto al vapore o lessato le patate dolci, sbucciarle e unirle agli altri ingredienti. mescolare fino a quando il composto risulterà omogeneo;

3. Dosando l’impasto necessario per ogni pancake con un mestolo o con un dosatore, cucinare i pancakes a fuoco medio in una padella antiaderente o in una padella girafritta, fino alla doratura di entrambi i lati. Guarnire a piacere con panna acida ed erba cipollina.

Download PDF

Pancakes di patate dolci-2 ingredienti

Download PDF

Puoi preparare queste gustose frittelle con solo due ingredienti: patate dolci cotte a vapore e uova. (E, se vuoi, anche un pizzico di sale e cannella). Questa preparazione  per  colazione è ricca di proteine ​​ed è perfetta per le mattine quando non vuoi un frullato o una ciotola di cereali, ma vuoi comunque iniziare l’inizio della giornata con uno sprint.

Questi pancakes hanno un esterno croccante, caramellato,  cremoso e dolce e sono perfetti con sciroppo d’acero o burro di noci.

1 porzione, 4 (pancakes)

INGREDIENTI

  • 1 patata dolce media, cotta e raffreddata (circa 250 gr di patata dolce cotta)
  • 2 uova grandi
  • 1/8 cucchiaino di sale kosherPizzico di cannella in polvere, facoltativo

Strumenti:

  • Ciotola larga per miscelare gli ingredienti oppure un food processor
  • Mestolo
  • Padella gira-frittata antiaderente

Istruzioni

Unire la patata dolce, le uova, il sale e la cannella, se si utilizza, in un piccolo frullatore* o robot da cucina e mescolare fino a che liscio. In alternativa, puoi mescolare gli ingredienti in una piccola ciotola con un cucchiaio, ma potrebbero rimanere alcuni pezzi di patate dolci. Metti da parte la pastella per riposare mentre riscaldi la padella.
Riscalda la  padella girafrittata antiaderente da 8 pollici o in ghisa a medio-alta. Aggiungi un mestolo di pastella e cuoci per 3 minuti: questa pastella non si riempirà come una tradizionale pastella. Capovolgi delicatamente il pancake con una spatola sottile e cuoci per altri 3 minuti sul secondo lato.
Ripetere con la pastella rimanente e servire caldo.

*Usa il tuo frullatore per i migliori pancake a 2 ingredienti
Più la pastella è liscia, più teneri saranno i pancakes, ecco perché mescolare la pastella è il modo per risultato migliore (anche un piccolo frullatore funzionerà!).

 

Download PDF

Panna acida vegan

Download PDF

Conosciuta anche come sour cream o crème fraiche, la panna acida è un ingrediente poco diffuso in Italia, perché i piatti della tradizione non la prevedono, diversamente da quello che avviene per esempio della cucina francese, nordeuropea o russa.
Reperire la panna acida nei nostri punti vendita può rivelarsi un’impresa non facile: in questo caso è possibile prepararla in casa mescolando alla panna vegetale lo yogurt bianco* e succo di limone filtrato, che le danno, appunto, quella punta di acido.

Tempo di prep.: 5 minuti                    Dosi per 4 persone

Ingredienti

  • 250 ml di panna da cucina di soia liquida
  • il succo di un quarto di limone

Preparazione

Spremere e filtrare il succo di limone. Mischiarlo con la panna e lasciare riposare 24 ore coperto a temperatura ambiente (se fa molto caldo può servire anche meno).

Note

Per questa ricetta serve una panna liquida, tipo quella della Provamel o della Sojadé. Non va bene la panna da cucina classica, quella densa.
Si può aromatizzare con pepe, erbe, erba cipollina, aneto, e vari altri gusti.

Varianti e suggerimenti per l’utilizzo)

Si può fare anche con una parte di panna e una parte di yogurt bianco* non aromatizzato, diminuendo un pò la dose di limone.

Con qualche goccia di aceto di mele, oltre al limone, e con l’aggiunta di un pizzichino di sale si imita alla perfezione il gusto acidulo.

Download PDF

Crema per tiramisù super light

Download PDF

Una crema che ha la stessa consistenza di quella classica per il tiramisu, col mascarpone, ma questa è una versione super light!

Tempo di prep.:10 minuti     Tempo posa frigorifero: 2 h     Dosi per 4 persone

Ingredienti:

  • 500 ml di latte vegetale di soia
  • 100 g di zucchero
  • 2 cucchiai di fecola di patate
  • 1 bustina di zucchero vanigliato (15 g.)
  • 200 ml di panna vegetale di soia da montare

Strumenti

  • Mixer ad immersione
  • Bilancia da cucina parlante o con caratteri grandi
  • Fruste elettriche
  • Pentolino

Preparazione

In un pentolino mettere lo zucchero, la fecola e un po’ del mezzo litro di latte vegetale. Frullare bene con un frullatore a immersione, fino a che la fecola risulta sciolta senza grumi e mettere sul fuoco col resto del latte. Portare a ebollizione e far cuocere a fuoco lento per circa 5 minuti, mescolando con una frusta.

Togliere dal fuoco, lasciare raffreddare a temperatura ambiente e metterla poi un paio d’ore nel frigorifero.

Togliere dal frigo, aggiungere la panna da montare e lo zucchero vanigliato e montare con una frusta elettrica. La crema che ne risulterà avrà la consistenza e il sapore di quella al mascapone.

Attenzione: fecola – molte contengono tracce di glutine. Leggere bene sulla confezione e controllare su Prontuario AIC per sapere quali marche sono adatte.

Fonte Vegan

Potete fare il tiramisu usando biscotti vegan, fette biscottate vegan oppure la base di una torta margherita vegan o per una cheesecake senza cottura.

 

Download PDF

Besciamella super light

Download PDF

La besciamella, è un’importantissima salsa di base della cucina italiana e francese. Paste ripiene, verdure gratinate e lasagne al forno godono di un successo garantito se accompagnate da una morbida e saporita besciamella. La ricetta tradizionale prevede di preparare un roux (ovvero una base di burro e farina) e di aggiungere poi latte, sale, pepe e noce moscata. Questa è certamente una buona  versione, certo, ma un pochino pesante!! Oggi vi propongo la rivisitazione vegetale della besciamella.

Ingredienti

  • 500 ml di latte di soia o avena o di riso
  • 45 g di maizena
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva
  • 1 pizzico di sale
  • 1 grattugata di noce moscata
  • Facoltativo: 10 g di lievito di birra in scaglie ( N.B. nonostante sia ricco di Vit.B io sono intollerante ai lieviti e non lo utilizzo.
  • q.b. di pepe

Strumenti

  • Casseruola
  • Frusta
  • Bilancia da cucina  pesa alimenti (vocale o con caratteri grandi)

Preparazione

Versare 400 ml di latte di soia in una casseruola, salare a piacere, aggiungere il pepe ed aromatizzare con una grattugiata di noce moscata.

Con un cucchiaio oppure con un frustino, sciogliere l’amido di mais nel rimanente latte di soia freddo.

Quando il latte di soia nel pentolino inizia a bollire, unire un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, versare l’amido disciolto e continuare a mescolare. Cuocere la salsa besciamella per 2 minuti dal momento dell’ebollizione, mantenendo una fiamma molto dolce e continuando a mescolare.

Spegnere il fuoco ed insaporire a piacere con il lievito alimentare in scaglie.

Perché utilizzare il lievito?
Il lievito alimentare in scaglie, reperibile on line oppure nei negozi specializzati in prodotti biologici e macrobiotici, conferisce sapore agli alimenti in cui viene aggiunto. Questo particolare insaporitore si può considerare un valido sostituto vegetale al classico formaggio grana animale.
In alternativa, si può utilizzare un cucchiaio di formaggio grana vegano.

fonte: my personal trainer

 

Download PDF

Frittata di cipolla con farina di lupino

Download PDF

Frittata di cipolla con farina di lupino

Se abbiamo voglia di gustare un’ottima frittata ma non vogliamo utilizzare proteine animali ma vegetali, questa è un’ottima alternativa. La Farifrittata è una frittata senza uova. Di solito la si prepara con la farina di ceci, invece io ho scelto di utilizzare appunto la farina di Lupino. La farina di Lupino è ricca di proteine, può essere miscelata nei prodotti da forno e nel pane nella misura dal 10 al 30%. Il suo sapore ricorda la nocciola e il suo colore giallo donerà un bell’aspetto alla vostra frittata. La cottura può avvenire al forno o in padella. Io ho scelto la cottura in forno e l’ho arricchita con la cipolla e gli aromi.

Ingredienti per due persone:

  • 60g di farina di Lupino
  • 180ml di latte vegetale senza zucchero
  • 1 cipolla affettata sottilmente
  • sale e pepe
  • q.b.salvia e rosmarino
  • q.b.1 cucchiaio di olio evo

Strumenti:

  • Ciotola grande e frusta
  • Bottiglia miscelatrice con sfera (shaker)

Procedimento

In una ciotola versare la farina di Lupino, unire il latte e sbattere bene con una frusta, facendo attenzione che non si formino grumi, oppure utilizzare lo shaker per un utilizzo più mirato e di ausilio anche per il versamento.
Salare e pepare ed unire gli aromi.
In una padella versare l’olio e soffriggere la cipolla.
Prendere una teglia, ungerla o utilizzare lo staccante per teglie. Versare il composto di Lupino amalgamato con metà della cipolla soffritta. La restante metà distribuirla sopra come decorazione.
Cuocere nel forno preriscaldato a 180° per 30 minuti.
Download PDF

Ketchup fatto in casa 5 minuti

Download PDF

Ketchup fatto in casa (ricetta in 5 minuti!)

Questa ricetta viene realizzata in un frullatore in soli 5 minuti! Non c’è bisogno di cuocere a fuoco lento sul fornello, vista la densità  della preparazione evitiamo la possibilità di eventuali schizzi bollenti, ed è reso sano senza zucchero bianco.

Tempo di prep.: 5 minuti             Tempo totale: 5 minuti             Dose: 600 ml

Ingredienti:

170 gr. di Datteri Medjool, denocciolati
235 ml di acqua bollente (1 tazza americana)
225 gr di  concentrato di pomodoro
5 cucchiai di aceto bianco
1 cucchiaino di sale marino fine
2 cucchiaini di cipolla in polvere
1 cucchiaino di aglio in polvere
1 cucchiaino di senape gialla (o 1/2 cucchiaino di senape in polvere)
un pizzico di pimento
1 pizzico di chiodi di garofano macinati

Strumenti:

  • Frullatore o mixer

 

Istruzioni:

Mettere i datteri denocciolati in una ciotola e versarci sopra l’acqua bollente. Lasciare i datteri immersi nell’acqua mentre aggiungi gli altri ingredienti nel frullatore.
Aggiungere nel frullatore, il concentrato di pomodoro, aceto, sale, polvere di cipolla, aglio in polvere, senape, pimento, chiodi di garofano e per ultimi versare i datteri e la loro acqua di ammollo per ultimo, quindi azionare il mixer finché si avrà una consistenza liscia. Spegni  il frullatore, e mescola con una spatola alle pareti del boccale, se necessario, per assicurarti che tutto sia miscelato.
Assaggia la miscela e regola con gli eventuali condimenti usati, secondo necessità. Tieni presente che il sapore si addolcirà quando si raffredda in frigorifero, quindi ti consiglio di non eccedere con i condimenti  nel ketchup fatto in casa.
Versare il ketchup in un contenitore ermetico e conservarlo in frigorifero fino al momento dell’uso. Il ketchup dovrebbe durare almeno 2 settimane in frigorifero, se non di più, ma è possibile congelarne almeno la metà in un barattolo di vetro in modo da poter conservare il resto congelato per un massimo di 6 mesi.

Note sulla ricetta:

Se preferisci non utilizzare i datteri in questa ricetta, usa invece lo sciroppo d’acero o il miele come dolcificante naturale. In questo caso escluderei l’acqua e l’aggiungerei alla fine, solo se necessario per diluire il ketchup se risultasse troppo denso.
Ho preparato questo ketchup fatto in casa con aceto di mele e aceto di vino rosso. Penso che l’aceto bianco funzioni meglio, dal punto di vista del sapore, ma sentiti libero di utilizzare l’aceto che preferisci.

 

Download PDF