Sì al farmaco oculistico meno caro

Download PDF

Due farmaci equivalenti, ma uno costa 40 volte di più dell’altro. Il danno per le casse della Sanità è di 1,2 miliardi. Ora qualcosa potrebbe cambiare. Oppure potrebbe essere l’ennesima occasione persa.

Cliccare qui per l’articolo: Corriere-Oms dà torto alla Novartis

comparazione prezzi

Download PDF

Legge 114 del 11/08/2014 Decr.semplificazione

Download PDF

“Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, recante misure urgenti per la semplificazione e la trasparenza amministrativa e per l’efficienza degli uffici giudiziari.”

Legge 11 agosto 2014, n. 114

(Pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 70 alla Gazzetta Ufficiale Serie Generale del 18 agosto 2014, n. 190)

(omissis)

Capo I

Accesso dei cittadini e delle imprese ai servizi della pubblica amministrazione

(omissis)

Art. 25

Semplificazione per i soggetti con invalidità

Comma 1.

All’art. 330, comma 5, primo periodo, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, dopo le parole: «sia richiesto» sono inserite le seguenti: «da disabili sensoriali o».

1. All’art. 330, comma 5, del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, dopo le parole: «laurea in ingegneria» sono inserite le seguenti: «, nonchè dal rappresentante dell’associazione di persone con invalidità individuata dal soggetto sottoposto ad accertamento sanitario. La partecipazione del rappresentante di quest’ultima è comunque a titolo gratuito».

Comma 2.

All’art. 119, comma 4, lettera a), del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, recante nuovo codice della strada, e successive modificazioni e integrazioni, è aggiunto, in fine, il seguente periodo: «Qualora, all’esito della visita di cui al precedente periodo, la commissione medica locale certifichi che il conducente presenti situazioni di mutilazione o minorazione fisica stabilizzate e non suscettibili di aggravamento nè di modifica delle prescrizioni o delle limitazioni in atto, i successivi rinnovi di validità della patente di guida posseduta potranno essere esperiti secondo le procedure di cui al comma 2 e secondo la durata di cui all’art. 126, commi 2, 3 e 4.».

Comma 3.

All’art. 381, comma 5, terzo periodo, del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modifiche: le parole: «Il comune può inoltre stabilire» sono sostituite dalle seguenti: «Il comune inoltre stabilisce»; dopo le parole: «n. 503, e» è inserita la parola: «può».

Comma 4

Al decreto-legge 27 agosto 1993, n. 324, convertito dalla legge 27 ottobre 1993, n. 423, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) al comma 2 dell’art. 2, sono apportate le seguenti modificazioni:

  • 1) la parola «novanta» è sostituita dalla parola «quarantacinque»;
  • 2) le parole «ai soli fini previsti dall’art. 33 della stessa legge» sono sostituite dalle seguenti: «ai soli fini previsti dagli articoli 21 e 33 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 e dall’art. 42 del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151».
  • 2-bis) dopo le parole: «da un medico specialista nella patologia denunciata» sono inserite le seguenti: «ovvero da medici specialisti nelle patologie denunciate».

b) al comma 3-bis dell’art. 2, la parola «centottanta» è sostituita dalla parola «novanta»;

c) dopo il comma 3-ter dell’art. 2, è inserito il seguente comma: «3-quater. Ai fini delle agevolazioni lavorative previste dagli articoli 21 e 33 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, e dall’art. 42 del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151, la Commissione medica competente, previa richiesta motivata dell’interessato, è autorizzata a rilasciare un certificato provvisorio al termine della visita. Il certificato provvisorio produce effetto fino all’emissione dell’accertamento definitivo da parte della Commissione medica dell’INPS.».

Comma 5.

Ai minori già titolari di indennità di frequenza, che abbiano provveduto a presentare la domanda in via amministrativa entro i sei mesi antecedenti il compimento della maggiore età, sono riconosciute in via provvisoria, al compimento del diciottesimo anno di età, le prestazioni erogabili agli invalidi maggiorenni. Rimane fermo, al raggiungimento della maggiore età, l’accertamento delle condizioni sanitarie e degli altri requisiti previsti dalla normativa di settore. (1)

Comma 6.

Ai minori titolari dell’indennità di accompagnamento per invalidi civili di cui alla legge 11 febbraio 1980, n. 18, ovvero dell’indennità di accompagnamento per ciechi civili di cui alla legge 28 marzo 1968, n. 406, e alla legge 27 maggio 1970, n. 382, ovvero dell’indennità di comunicazione di cui all’art. 4 della legge 21 novembre 1988, n. 508, nonchè ai soggetti riconosciuti dalle Commissioni mediche, individuate dall’art. 20, comma 1, del decreto-legge 1 luglio 2009, n. 78, convertito con modificazioni dalla legge 3 agosto 2009, n. 102, affetti dalle patologie di cui all’art. 42-ter, comma 1, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, sono attribuite al compimento della maggiore età le prestazioni economiche erogabili agli invalidi maggiorenni, senza ulteriori accertamenti sanitari, ferma restando la sussistenza degli altri requisiti previsti dalla normativa di settore.

Comma 6 bis.

Nelle more dell’effettuazione delle eventuali visite di revisione e del relativo iter di verifica, i minorati civili e le persone con handicap in possesso di verbali in cui sia prevista rivedibilità conservano tutti i diritti acquisiti in materia di benefici, prestazioni e agevolazioni di qualsiasi natura. La convocazione a visita, nei casi di verbali per i quali sia prevista la rivedibilità, è di competenza dell’Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS).

Comma 7.

All’art. 42-ter, comma 1, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito con modificazioni dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, le parole «che hanno ottenuto il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento o di comunicazione» sono soppresse.

Comma 8.

All’art. 97, comma 2, della legge 23 dicembre 2000, n. 388, il primo periodo è soppresso.

Comma 9.

All’art. 20 della legge 5 febbraio 1992, n. 104 è aggiunto in fine il seguente comma: «2-bis. La persona handicappata affetta da invalidità uguale o superiore all’80% non è tenuta a sostenere la prova preselettiva eventualmente prevista.».

Comma 9 bis.

All’art. 16, comma 2, della legge 12 marzo 1999, n. 68, le parole: «se non versino in stato di disoccupazione e» sono soppresse.

(1) Su tali aspetti si veda il Messaggio INPS
Messaggio numero 6512 del 08-08-2014

 

Download PDF

crema di avocado

Download PDF

 

crema di avocado
Recipe Type: fdfd
Cuisine: fusion
Author: Laura Giardina
Ingredients
  • sdfdfd
  • [url href=”http://www.tuconimieiocchi.com/wp-content/uploads/2015/03/Chilled-Avocado-and-Cucumber-Soup-300×200.jpg”][img src=”http://www.tuconimieiocchi.com/wp-content/uploads/2015/03/Chilled-Avocado-and-Cucumber-Soup-300×200.jpg” width=”300″ height=”200″ class=”alignnone size-medium” title=”Chilled-Avocado-and-Cucumber-Soup”][/url]
Instructions
  1. sdfdfdfd
Notes
cc

 

 

Download PDF

pasta

Download PDF
pasta
Recipe Type: italiana
Cuisine: italiana
Author: Laura Giardina
Prep time//:
Total time:
questa è la pasta
Ingredients
  • pasta
  • sale
  • olio
  • pomodoro
  • basilico
Instructions
  1. prendere la pasta e sugo
Serving size: 100g Calories: 255g Fat: 34g Saturated fat: 12g Unsaturated fat: 2g Carbohydrates: 222g Sugar: 12g Sodium: 2g Fiber: 345g Protein: 234g Cholesterol: 34g
Notes
ricordate di cucinare bene

 

Download PDF

ricetta

Download PDF
ricetta
Recipe Type: pizza
Cuisine: pizza
Author: Laura Giardina
Prep time//:
Total time:
si ripetute, ad esempio “testo qui”), apparendo come un normale blocco di testo leggibile. Molti software di impaginazione e di web design utilizzano Lorem Ipsum come testo modello. Molte versioni del testo sono state prodotte negli anni, a volte casualmente, a [b]volte[/b] di proposito (ad esempio inserendo passaggi ironici).
Ingredients
  • si ripetute, ad esempio “testo qui”), apparendo come un normale blocco di testo leggibile. Molti software di impaginazione e di web design utilizzano Lorem Ipsum come testo modello. Molte versioni del testo sono state prodotte negli anni, a volte casualmente, a volte di proposito (ad esempio inserendo passaggi ironici).
  • [url href=”http://www.tuconimieiocchi.com/wp-content/uploads/2015/02/pizza.jpg”][img src=”http://www.tuconimieiocchi.com/wp-content/uploads/2015/02/pizza.jpg” width=”500″ height=”476″ class=”alignnone size-full” title=”pizza”][/url]
Instructions
  1. si ripetute, ad esempio “testo qui”), apparendo come un normale blocco di testo leggibile. Molti software di impaginazione e di web design utilizzano Lorem Ipsum come testo modello. Molte versioni del testo sono state prodotte negli anni, a volte casualmente, a volte di proposito (ad esempio inserendo passaggi ironici).
Serving size: 2 Calories: 2 Fat: 2 Saturated fat: 2 Unsaturated fat: 2 Carbohydrates: 2 Sugar: 2 Sodium: 2 Fiber: 2 Protein: 2 Cholesterol: 2

 

Download PDF

Mangiare a tavola

Download PDF

Torna all’elenco degli articoli >

Mangiare a casa e fuori: a tavola
Ci sono molti modi per rendere più semplice mangiare a tavola per le persone non vedenti od ipovedenti. Molte volte quando si ricevono inviti fuori per pranzo o cena da familiari o da amici, capìta di essere imbarazzati se accettare l’invito per il timore che possano capitarci dei piccoli incidenti, come fuoriuscite del cibo dal piatto oppure capovolgere bicchieri pieni mentre si sta cercando di recuperare il pane e così via. Quando mangio fuori, Io adotto piccoli accorgimenti come portarmi dei tovaglioli di carta di diverso colore da mettere sotto il piatto per creare contrasto con i diversi tipi di stoviglie che andrò a trovare così come un bicchiere colorato. In condizioni di luce artificiale adeguata non avrei così tanti problemi ma di solito nei ristoranti si trovano luci soffuse e questo per me è un problema.
Individuazione degli elementi a tavola
Il detto “un posto per ogni cosa e ogni cosa al suo posto” si può applicare anche quando si tratta di organizzare un tavolo da pranzo. E’ importante impostare il vostro tavolo ogni volta allo stesso modo ed incoraggiate gli altri a fare lo stesso.
L’immagine qui sotto mostra come una apparecchiatura non efficace possa apparire problematica ad una persona con problemi di vista.

Rtotal white setting

Per aiutarvi a localizzare gli oggetti della vostra postazione, potete utilizzare la tecnica del contrasto di colore.

  • Mettere stoviglie scure su uno sfondo bianco, come ad esempio tovaglia o tovaglietta, e quelli chiari su uno sfondo scuro.
  • Utilizzare inoltre dei bicchieri colorati o fantasia, piuttosto che cristalli trasparenti.
  • Fare riferimento alle immagini qui sotto che mostrano come questo principio fondamentale possa aiutare una persona con
    problemi di vista.

Rpostazione contrasto1

bicchieri colorati

Mangiare a casa e fuori: a tavola

Ci sono molti modi per rendere più semplice mangiare a tavola per le persone non vedenti od ipovedenti. Molte volte quando si ricevono inviti fuori per pranzo o cena da familiari o da amici, capìta di essere imbarazzati se accettare l’invito per il timore che possano capitarci dei piccoli incidenti, come fuoriuscite del cibo dal piatto oppure capovolgere bicchieri pieni mentre si sta cercando di recuperare il pane e così via. Quando mangio fuori, Io adotto piccoli accorgimenti come portarmi dei tovaglioli di carta di diverso colore da mettere sotto il piatto per creare contrasto con i diversi tipi di stoviglie che andrò a trovare così come un bicchiere colorato. In condizioni di luce artificiale adeguata non avrei così tanti problemi ma di solito nei ristoranti si trovano luci soffuse e questo per me è un problema.

Individuazione degli elementi a tavola

Il detto “un posto per ogni cosa e ogni cosa al suo posto” si può applicare anche quando si tratta di organizzare un tavolo da pranzo. E’ importante impostare il vostro tavolo ogni volta allo stesso modo ed incoraggiate gli altri a fare lo stesso.
L’immagine qui sotto mostra come una apparecchiatura non efficace possa apparire problematica ad una persona con problemi di vista.

Rtotal white setting

Per aiutarvi a localizzare gli oggetti della vostra postazione, potete utilizzare la tecnica del contrasto di colore.

  • Mettere stoviglie scure su uno sfondo bianco, come ad esempio tovaglia o tovaglietta, e quelli chiari su uno sfondo scuro.
  • Utilizzare inoltre dei bicchieri colorati o fantasia, piuttosto che cristalli trasparenti.
  • Fare riferimento alle immagini qui sotto che mostrano come questo principio fondamentale possa aiutare una persona con
    problemi di vista.

Rpostazione contrasto1

bicchieri colorati

Esplorazione

Per aiutarvi ad individuare gli oggetti su un tavolo, specialmente che non avete organizzato voi, potete usare la tecnica della mano a ragno.

posizione mano

Si appoggia il polso sul bordo del tavolo con la mano aperta a palmo in giù sul tavolo, rilassando le dita leggermente arcuate. La mano deve sembrare leggermente a forma di coppa.

Si procede delicatamente in avanti, in direzione dell’oggetto che si sta tentando di individuare. Tenere questo movimento delicato e mantenere il contatto con il tavolo per evitare di rovesciare gli elementi durante la vostra ricerca.

esplorazione mano1

Utilizzare anche la tecnica dei marcatori tattili per aiutarsi a distinguere gli oggetti gli uni dagli altri.
Contenitori di sale, pepe e salse varie possono essere contrassegnati con velcro o avvolti in elastici.
Utilizzare una tovaglietta colorata per evidenziare i confini della vostra postazione per le posate ed i piatti.

Individuazione del cibo nel piatto

Se siete ospiti ed avete difficoltà nell’individuare il cibo nel piatto si potrebbe chiedere ad un’altra persona di utilizzare il metodo del quadrante per descrivervi la posizione del cibo nel piatto, per esempio i piselli sono a ore 3:00, la carne è a ore 06:00 e così via.

redclock

Il cibo che necessita di maggiore forza durante la fase di taglio, come ad esempio la carne, deve essere posizionato il più vicino a voi (ore 6,00), in quanto risulterà più facile controllare il coltello.

clock

Esplorare il contenuto del piatto toccando leggermente con la punta della forchetta per identificare la posizione di vari alimenti.
Evitare piatti con decori e fantasie. Le fantasie possono confondere quando si sta cercando di individuare il cibo nel piatto.

Illuminazione

Può essere utile avere una lampada sul tavolo che illumini direttamente sul vostro piatto. Assicurarsi che sia posizionata sotto il livello degli occhi per evitare l’abbagliamento.
Se si utilizza la luce naturale, sedersi a lato o di spalle rispetto alla finestra per evitare l’abbagliamento.

Taglio

Partire con le posate dal bordo del piatto.
Trovare il bordo del pezzo di cibo per mezzo della punta del coltello e della forchetta.
Muovere la forchetta solo dal bordo verso il centro del piatto.
Tagliare intorno alla forchetta per selezionare un pezzo delle dimensioni del boccone. È possibile controllare che il cibo sia ancora sulla forchetta muovendo in aiuto, il coltello verso il basso.

In generale

Usare il coltello e la forchetta per controllare la posizione del cibo. Fare in modo che non sia troppo vicino al bordo del piatto, ma spingerlo verso il centro.

Se non siete sicuri  quale sia il contenitore del sale e del pepe, cospargete un po’ del contenuto sul palmo della mano. Evitate di annusare per non starnutire. Con la pratica questo sistema vi permetterà anche di sapere distinguere i due ingredienti, dalla velocità di discesa, dalla consistenza etc.

Durante lo spostamento del cibo, da A a B, ad esempio, mettere lo zucchero nel tè o caffè; spostare i contenitori e sistemarli uno accanto all’altro per evitare spargimenti.

Attrezzature Adattive

Tovagliette antiscivolo in silicone – Queste forniscono un’ancoraggio sicuro per il vostro piatto quando si sta cercando di tagliare il cibo o per una ciotola quando si sta mescolando.

sottobicchiere antisc

Gli Splayds, in Italia non sono ancora disponibili, Queste posate sono a forma di cucchiaio, con punte come forchette. Possono essere utili per mangiare cibi morbidi, che possono essere tagliati premendo con il bordo. E’ un utensile che combina insieme le funzioni di cucchiaio, coltello e forchetta.

splayds

Anelli di sicurezza per il piatto – Questi sono dei semi-cerchi flessibili in plastica alti un paio di centimetri. Si agganciano al bordo del piatto e forniscono il vantaggio di evitare, durante la fase del taglio o la ricerca dei vari ingredienti, che il cibo fuoriesca dal piatto, soprattutto se si mangia con una mano. Esistono in commercio anche dei piatti con bordo rialzato sul lato così come piatti con divisori, che possono aiutare per lo stesso scopo.

anello per piatto

Rdivided and safe plates

 

Download PDF