Tre motivi per cui vale la pena fare un check-up annuale agli occhi

Medico oculista visita una paziente
Download PDF

E’ consuetudine credere, che gli esami oculistici di routine siano solo per le persone che hanno una vista non perfetta, questo è un equivoco che potrebbe essere dannoso per la salute della vista. Secondo gli optometristi della Reed Eye Associates di Rochester, NY, è importante pianificare un esame della vista almeno una volta all’anno per mantenere gli occhi sani.

Come possono gli esami oculistici annuali aiutarci a mantenere gli occhi sani

1. Valutazione della tua vista.

Il motivo principale per un esame oculistico è che il medico valuti la tua visione e determini se hai bisogno di una nuova prescrizione. Una cattiva visione porta  a sintomi come emicrania ed affaticamento, che possono avere un impatto negativo sulla produttività e causare problemi al rendimento scolastico dei bambini. I bambini non conoscono quanto e come devono vedere, per cui se non vedono troppo bene, non se ne possono neanche lamentare. L’apparato visivo del bambino si sviluppa entro i 6- 8 anni di vita, un difetto di vista non corretto o uno strabismo non corretto entro quest’età spesso non sarà più correggibile in futuro.

2. Come gli esami oculistici annuali aiutano a mantenere gli occhi sani

Le malattie oculari gravi come il glaucoma e la cataratta possono svilupparsi nel tempo e raramente mostrano sintomi evidenti nella fase iniziale. Se non vengono trattati precocemente, possono causare il degrado degli occhi e l’eventuale cecità. Esami oculistici di routine sono il modo più efficace per rilevare questi problemi e ottenere il trattamento adeguato.

3. Scoprire condizioni mediche gravi

Oltre a controllare le malattie degli occhi, un esame oculistico può anche rilevare gravi condizioni mediche che influenzano la vostra salute in generale, come il diabete, l’ipertensione e i tumori cerebrali. Attraverso la diagnosi precoce, il tuo oculista può indirizzarti da uno specialista  in modo da poter ottenere il miglior piano di trattamento.

Pianificare un esame oculistico annuale e fissare un appuntamento, tra cui lo screening della vista, eventuali procedure chirurgiche oppure  prescrizioni per nuove lenti , aiutano i pazienti a mantenere gli occhi sani.

Perché dovrei fare l’esame della vista da un oculista e spendere 100/150 euro quando in quasi tutti i centri commerciali ci sono negozi di ottica che fanno la visita gratuitamente? Quali differenze vi sono?

L’ottico non è un medico; può misurare la vista e in alcuni casi, quando è scrupoloso ed esperto, può ipotizzare la presenza di problemi che impediscano la visione ottimale con la migliore correzione, ma non è in grado di formulare alcuna diagnosi di certezza e, proprio in quanto non medico, non può somministrare alcun farmaco nemmeno sotto forma di collirio, tra cui quello per dilatare la pupilla, indispensabile per il corretto e completo esame della retina.

La competenza dell’ottico si esaurisce nella valutazione della capacità visiva e nella determinazione della migliore correzione con la quale raggiungere la miglior qualità visiva; tuttavia, di fronte a qualsiasi impedimento in questo senso, interviene il medico oculista. Anche in caso di visione ottimale inoltre, possono esistere vizi refrattivi (come l’ipermetropia soprattutto nei bambini) che vengono compensati dal paziente che è così in grado di raggiungere la migliore capacità visiva, al prezzo di uno sforzo accomodativo che può provocare affaticamento e cefalea.

Articolo originale clicca qui

Download PDF

Giornata mondiale della vista 2016: Diabete e cecità

Download PDF

immagine della copertina dell'invito IAPB per la Giornata mondiale della vista: Non lasciare che il diabete ti porti via anche la vista. Fatti vedere

Giornata mondiale della vista 2016: Diabete e cecità  13 ottobre 2016

Quest’anno la Giornata è dedicata alla retinopatia diabetica, che già colpisce oltre un milione d’italiani: è una delle principali complicanze del diabete, i cui danni sono però spesso evitabili. La Giornata Mondiale della Vista viene celebrata il secondo giovedì di ottobre dall’Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità-IAPB Italia onlus insieme all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Nel mondo ci sono 147milioni di persone colpite da questa malattia oculare su 422milioni di diabetici. La retinopatia diabetica è la maggior causa di cecità in età lavorativa, può essere evitata grazie a controlli oculistici periodici, una diagnosi precoce può salvare la vista e tutelare la qualità della vita.

È la vista, tra i cinque sensi, a fornirci più dati sulla realtà: circa l’80% di tutte le informazioni che giungono dall’ambiente al nostro cervello passano attraverso gli occhi. I check-up oculistici regolari e i corretti stili di vita consentono di prevenire, in molti casi, i danni oculari. Si consideri che nel mondo la disabilità visiva può essere evitata in otto casi su dieci.
Solo in Italia l’Istat stima che vi siano 362mila ciechi e gli ipovedenti sono oltre un milione.
Nel mondo, secondo l’OMS, ci sono 39milioni di ciechi e 246milioni di ipovedenti. Informazione e divulgazione, diagnosi precoce e riabilitazione visiva sono i pilastri su cui poggia tutta l’attività della IAPB Italia onlus per eradicare la cecità evitabile, socialmente inaccettabile ed economicamente onerosa.

La retinopatia diabetica, una complicanza grave e frequente del diabete, è tra le principali cause di ipovisione e cecità, soprattutto nei soggetti in età lavorativa (20-65 anni). Per questo l’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità – IAPB Italia onlus promuove una campagna informativa per conoscere più da vicino i fattori di rischio, le terapie e soprattutto come prevenirne l’insorgenza.

È molto importante sapere che, se sei affetto da diabete, devi controllare frequentemente i tuoi occhi! Sia che tu faccia insulina, sia che tu assuma farmaci ipoglicemizzanti, sia che tu segua soltanto una dieta devi sottoporti a visita oculistica almeno una volta l’anno.

Dopo 20 anni di malattia più del 90% dei soggetti è affetto da retinopatia diabetica di differente gravità. La diagnosi e il trattamento precoce della retinopatia diabetica possono prevenire la perdita della vista.

In alcune città italiane sono previste visite gratuite, incontri e distribuzione di materiale informativo.

Per saperne di più vai al sito della giornata www.giornatamondialedellavista.it o chiama il numero verde 800-068506

Consulta la mappa per tutte le iniziative attivate nella tua città clicca qui

Download PDF

Giugno: mese della prevenzione della Cataratta

cataratta
Download PDF

Giugno è il mese della sensibilizzazione della Cataratta. Negli Stati Uniti  22 milioni di persone sono affette da cataratta, le persone devono essere consapevoli dei vari modi per trattare e prevenire questa condizione che porta alla diminuzione della vista.

LA CATARATTA è un opacamento progressivo del CRISTALLINO (la lente naturale collocata dietro l’iride). Si stima che 22 milioni di americani siano affetti da cataratta e che la spesa sanitaria per le terapie costi 6,8 miliardi dollari ogni anno.
Cause della cataratta
-Vecchiaia
-Diabete
-Ipertensione
-Radiazione ultravioletta da sole
-Fumo
-Obesità
-L’uso prolungato di farmaci corticosteroidi
-farmaci per combattere il colesterolo
-Lesioni degli occhi
-Terapia ormonale sostitutiva
-Forte miopia
-Storia famigliare
-Uso eccessivo di alcool
I sintomi  della Cataratta
Il paziente affetto da cataratta avverte:1. un calo progressivo della vista
2. una visione offuscata
3. un abbagliamento all’aperto
4. i colori sembrano meno vivaci ed appannati
5. in molti casi la comparsa (o se già presente, l’aumento) della miopia.
6. abbagliamento da fari dell’automobile o da luce del sole.
Trattamento della cataratta e precauzioni
L’unica terapia è quella chirurgica., che ha un tasso di successo del 95% negli Stati Uniti. Le misure preventive comprendono:-Indossare occhiali da sole soprattutto nei mesi estivi per impedire il passaggio della radiazione ultravioletta.
-Smettere di fumare
-Assumere alcool con moderazione
-Evitare l’esposizione prolungata al sole
-Consumare alimenti ricchi di antiossidanti
-Visite periodiche  per diagnosi precoce di cataratta
-Assicurarsi che gli occhiali o lenti a contatto abbiano la prescrizione più  idonea possibile.
-Utilizzare lenti di ingrandimento per leggere caratteri piccoli
-Migliorare l’illuminazione nella vostra casa utilizzando lampade luminose.
-Indossare occhiali da sole o un cappello a larghe tese  quando ci si sposta all’aperto per ridurre i riflessi
-Evitare o limitare la guida notturna
Cosa si può fare durante il mese della prevenzione della cataratta:
Ci sono molte cose che si possono fare, tra cui:
-Coinvolgere il coniuge, i parenti e gli amici a partecipare a una proiezione sulla cataratta.
-Donate fondi verso le organizzazioni che si occupano di sensibilizzare sulla cataratta
-Partecipa a campagne per la lotta contro la cataratta attraverso i social network come Facebook e Twitter.
-Volantini, poster e altri materiali didattici che danno informazioni sulla cataratta.
-Scrivere articoli sulla  cataratta e provvedere alla loro pubblicazione nei media locali.
-Tweetta fatti cruciali che riguardano la cataratta.
-Promuovere ed informare sui sintomi della cataratta  sul posto di lavoro, tra i vicini e la scuola.
-Ospitare una conferenza su come le persone con cataratta possono trovare soluzioni o affrontare la condizione.
Download PDF

Aringhe

Download PDF

Torna all’elenco

L’aringa è un prodotto della pesca abbastanza economico e molto ricco dal punto vista nutrizionale; possiede un ottimo apporto di acidi ced in particolar modo di acido alfa-linolenico (esponente della famiglia degli omega3)Le aringhe sono una delle migliori fonti alimentari di vitamina D. I nostri corpi prendono questa vitamina dalla luce del sole, e col nostro clima, basta fare una passeggiata giornaliera. La vitamina D fortifica denti e ossa. Studi recenti indicano che la carenza di vitamina D potrebbe essere un fattore di molte malattie, come la sclerosi multipla ed il diabete. L’ aringa è considerata un pesce povero ma in realtà è ricca di sapore e preziosa per la salute, fornisce un’importante quantità di acidi grassi omega3 che non dovrebbero mai mancare per un buon equilibrio lipidico della nostra dieta. Le aringhe sono un’ottima fonte di proteine complete facilmente digeribili, vitamine del gruppo B e hanno elevate quantità di calcio biodisponibile.Le aringhe sono cariche di EPA (acido eicosapentaenoico) e di DHA (acido docosaesaenoico). Questi acidi grassi aiutano a prevenire le malattie cardiache e mantenere le funzioni del  cervello correttamente. Inoltre sembrano essere efficace nel ridurre le condizioni infiammatorie, come la malattia del morbo di Crohn e l’artrite.
La ricerca indica che gli omega-3 regolano l’infiammazione, e possono contribuire a ridurre il rischio e sintomi di una serie di disturbi influenzati da infiammazione, compreso l’attacco di cuore, ictus, cancro, e malattie autoimmuni come l’artrite reumatoide. Le persone con colesterolo alto, il diabete, i sintomi della sindrome premestruale, malattia coronarica, il cancro al seno, perdita di memoria, depressione, disturbo da deficit di attenzione e iperattività, la resistenza all’insulina, e artrite possono anche beneficiare di acidi grassi omega-3 che si trovano nell’olio di pesce.

Le aringhe sono pesci di acqua fredda, abbondano nel nord Atlantico e il Pacifico.

Tossicità più contenuta:
Uno dei principali pericoli dell’ integrare troppo pesce nella nostra dieta alimentare, è l’alto livello di mercurio e altre tossine ambientali presenti nel mare, che spesso possono accumularsi nei nostri corpi. I pesci più piccoli contengono molte meno tossine, in particolare a causa della loro breve vita e pezzatura, e quindi aggiungono molto meno tossine confronto i pesci più grandi, pur fornendo gli stessi benefici nutrizionali. 
perché sono relativamente piccoli e vicino al fondo della catena alimentare, aringhe e sardine non si accumulano le sostanze contaminanti che sono così comuni in quelli grandi..I trattamenti termici a freddo (-18°C) e a caldo (cottura) garantiscono l’uccisione di eventuali larve anisakis presenti nell’aringa.

Come scegliere
La pesca massiccia delle aringhe soffre gli effetti della pesca eccessiva e dei cambiamenti ecologici, così le aringhe sono meno disponibili di un tempo. Per questo si può scegliere al momento dell’acquisto una fonte sostenibile, etichettata con il bollino blu. Le aringhe sono disponibili tutto l’anno, Ma il sapore è migliore dalla primavera all’autunno. A garanzia della loro freschezza scegliere punti vendita con grande smercio. Il pesce deve presentarsi dall’aspetto molto  scivoloso. Sgombro o sardine possono essere utilizzate, in sostituzione, nelle ricette dove non si potesse comprare aringhe fresche.

Utilizzo:
Le aringhe si possono utilizzare : Affumicate -fritte – in carpione -marinate – sotto sale – crude (con le dovute precauzioni)- alla griglia. La scelta dipende dal vostro gusto, ma vi esorto a provarle in modi diversi fino a scoprire quello che fa più per voi. Oltre ai suoi benefici per la salute, l’aringa viene spesso servita come pasto semplice da preparare.

Alcune idee di utilizzo rapido :
E’ un buon metodo di cottura bollirle nell’acqua con vino bianco oppure con un aceto leggero – i sapori acidi esaltano la sua polpa ricca. L’aringa affumicata si trova facilmente in lattina nei supermercati o sotto vuoto e si condiscono semplicemente con succo di limone, senape, e cipolla cruda.

Download PDF

Arance

Download PDF
Torna all’elenco

Le arance sono uno dei frutti più popolari in tutto il mondo. Anche se sono deliziose  come spuntino, sono presenti come ingredienti in moltissime ricette della nostra cucina,  il loro succo  è più associato alla buona salute, come parte integrante di una sana colazione. Le arance sono classificate in due categorie dolci  e amare, il primo è il tipo più comunemente consumato. Varietà comuni di arance dolci (Citrus sinensis) includono Valencia, Jaffa, Washington Navel, Navelina, Navelate, Vaniglia sono arance dalle polpa bionda e succosa, senza semi e dal gusto gradevole, così come l’arancia rossa, una specie ibrida di dimensioni più piccole, dal sapore aromatico e ha la polpa rossa. Arance amare (Citrus aurantium) sono spesso usate per fare marmellate, e la loro scorza serve come ingrediente per i liquori come il Grand Marnier e Cointreau.

Benefiici per la salute

Le arance con la loro fibra, hanno dimostrato di ridurre i livelli elevati di colesterolo aiutando così a prevenire l’aterosclerosi. La sua fibra può anche aiutare a mantenere i livelli di zucchero nel sangue sotto controllo, ciò spiega perché le arance possono essere uno spuntino molto salutare per le persone affette da diabete. Inoltre, lo zucchero naturale contenuto nelle arance, il fruttosio, può aiutare a mantenere i livelli di zucchero nel sangue senza che aumenti troppo l’indice glicemico dopo aver mangiato. La fibra delle arance può neutralizzare le sostanze chimiche cancerogene e tenerle lontane dalle cellule del colon, fornendo un ulteriore linea di protezione dal cancro al colon. La fibra delle arance può essere utile per ridurre il disagio della stitichezza o diarrea a chi soffre di sindrome del colon irritabile. Oltre ai fitonutrienti, vitamina C e fibre, sono una buona fonte di folato, vitamina A (sotto forma di carotenoidi), vitamina B1, potassio, rame, acido pantotenico, e calcio.

Suggerimenti
Le arance possono essere mangiate come snack. Prima di tagliare l’arancia a metà orizzontalmente attraverso il centro, lavare la pelle in modo che lo sporco o batteri che risiedono sulla superficie non vengano trasferiti al frutto. Procedere per tagliare le sezioni in metà o terzi, a seconda delle preferenze personali. Le arance dalla scorza sottile possono essere facilmente aperte con le dita. Invece per la varietà con la scorza più spessa, tagliare una piccola sezione della buccia alle due estremità. È quindi possibile fare quattro tagli longitudinali da cima a fondo e staccare queste sezioni di scorza, partendo dall’alto. Le arance, come la maggior parte degli agrumi, produrrà più succo  quando sono a temperatura ambiente. Rotolando l’arancia sotto il palmo della mano su una superficie piana ci aiuterà anche per estrarre più succo. Il succo può essere estratto in una varietà di modi. Si potrebbe utilizzare una centrifuga o farlo alla vecchia maniera, strizzandola a mano.

Utilizzo rapido :

  • Soffriggere cipolle e zenzero,  poi sfumare la padella con succo d’arancia. Utilizzare questo liquido come salsa per il salmone o tonno.
  • Spicchi d’arancia, finocchio e barbabietole al forno fanno un’insalata deliziosa e rinfrescante.
  • Sobbollire dolcemente le  patate dolci, la zucca e gli spicchi d’arancia nel succo d’arancia. Prima di servire, cospargere con le noci spezzettate.

 

 Fonte di riferimento ed approfondimenti : whfoods.org

Download PDF

Anacardi

Download PDF

Torna all’elenco

Gli anacardi sono i semi di una pianta originaria del Brasile, Anacardium occidentale, appartenente alla famiglia delle Anacardiacee. Il nome deriva dalla loro forma, che ricorda quella del cuore.

Proprietà degli anacardi

Gli anacardi aiutano contro osteoporosi, fragilità vascolare, problemi articolari e colesterolo alto. Contengono un flavonoide che viene assorbito dalla macula retinica, proteggendo gli occhi dagli agenti aggressivi esterni e aiutando nella prevenzione della degenerazione maculare in età avanzata. Secondo una recente ricerca scientifica, gli anacardi aiutano a combattere il diabete.

Gli anacardi contengono meno grassi rispetto ad altri tipi di frutta secca. Inoltre, la maggior parte del loro grasso è costituito da acidi grassi insaturi. Gli anacardi contengono acido oleico, una sostanza considerata salutare per cuore e vasi. Sono inoltre molto ricchi di rame.

Gli anacardi sono alleati di:  cuore, vasi (arterie capillari e vene), occhi.

Come utilizzarli al meglio:

  • Combinando gli anacardi con altre noci e frutta secca, ecco uno spuntino sano.
  • Proprio prima di spegnere il fuoco, aggiungere gli anacardi alle verdure saltate.
  • Aggiungete gli anacardi e saltare con gamberetti, basilico e fagiolini per un delizioso piatto ispirato Thai.
  • Aggiungere agli anacardi un po’ di sciroppo d’acero: insieme fanno un ottimo condimento per i cereali caldi a colazione.
  • A colazione aggiungere il burro di anacardi al latte di soia o di riso, si aumenta il loro contenuto proteico (un quarto di tazza di anacardi fornisce oltre 5 grammi di proteine) e dà loro un sapore di nocciola cremoso.
  • In una casseruola a fuoco medio-basso, mescolare il burro anacardi con un po’ di salsa di soia , pepe di cayenna, aglio,zenzero e acqua per preparare una salsa meravigliosa per il pesce, le verdure, il tofu o  riso.
  • Per tostare gli  anacardi in casa, farlo dolcemente in forno per 15-20 minuti (circa 75 ° C),  gli oli sani

Precauzioni d’uso: Anacardi e Ossalati
Gli anacardi fanno parte di un piccolo gruppo di alimenti che contengono quantità misurabili di ossalati, sostanze presenti in natura, nelle piante, animali ed esseri umani . Quando l’assimilazione degli ossalati diventa troppo concentrata nei fluidi corporei, possono cristallizzarsi e causare problemi di salute. Per questo motivo, per le persone con problemi renali o biliari già esistenti e non trattati, può essere utile evitare di mangiare gli anacardi.  Se il vostro apparato digerente è sano, e si fa un buon lavoro di masticazione, senz’altro vi rilasserete mentre vi godete i vostri spuntini, si otterranno così significativi benefici, tra cui l’assorbimento del calcio da alimenti cibi vegetali ricchi di calcio che contengo-no anche l’acido ossalico.

Fonti di riferimento:  CureNaturali.it

Download PDF