Torta Cremosa alle Mele e Arancia

Download PDF

La Torta Cremosa alle Mele e Arancia è un dolce facile e veloce da realizzare, perfetto per ogni momento della giornata durante la stagione autunnale. Si prepara utilizzando solamente una ciotola capiente, una forchetta, un coltello ed una grattugia per la buccia d’arancia, nient’altro.  La Torta Cremosa alle Mele e Arancia si conserva molto bene se tenuta in frigo, avvolta dalla carta d’alluminio.

Tempo di prep.15 Min.
Tempo di cottura: 50 Minuti
Porzioni 8 Persone

Ingredienti

  • 2 Uova o sostituti delle uova  vedi tabella 
  • 50 gr  (1/4 tazza) Zucchero di canna
  • 100 gr ( 1 tazza) Farina di mandorle
  • Mezza Bustina di Lievito per Dolci
  • Il Succo di 1 Arancia
  • La Buccia di 1 Arancia
  • 50 gr  (1/4 di tazza)  Olio di Semi (io di girasole)
  • 3 Mele

Preparazione

Iniziamo la preparazione della Torta Cremosa alle Mele e Arancia preriscaldando il forno a 180°C e foderando con della carta forno una tortiera dal diametro minimo di 18 cm fino ad un massimo di 24 cm. Tenerla da parte.

Grattugiare la buccia d’arancia e spremerne il succo, tenere da parte.

Sbucciare le mele, privarle dei semi e tagliarle a pezzetti piccoli, tenere da parte. Versare le uova, lo zucchero, la farina ed il lievito per dolci all interno di una ciotola capiente, mescolare gli ingredienti con una forchetta fino ad ottenere un composto liscio.

Aggiungere il latte, la buccia d’rancia, il succo d ‘arancia e l’ olio di semi.

Continuare a mescolare fino ad ottenere un composto liquido ma omogeneo e privo di grumi.
Incorporare infine anche le mele tagliate a pezzetti.

Versare il composto all’ interno della tortiera, livellarlo leggermente se necessario.

Infornare la Torta Cremosa alle Mele e Arancia a 180 C per circa 50 minuti o fino a doratura desiderata.

credito ricetta: Clicca qui

Download PDF

Farifrittata o frittata di farina di ceci

Download PDF

La farifrittata è un termine che indica la frittata senza uova!
Sempre più persone scelgono un’alimentazione priva di proteine di origine animale, quindi, a differenza di un vegetariano, un vegano non mangia neppure i prodotti derivati di origine animale, come latte, uova, miele. Ad ogni modo anche se non sei vegano, puoi diminuire l’uso delle uova nella tua alimentazione con questa ricetta gustosa e salutare.

Quindi basteranno due semplici ingredienti: farina di ceci e acqua e alla pastella potete aggiungere (dopo averla fatta riposare) delle verdure a vostro piacimento, ad es. porri, cipolle, cavolo cappuccio, zucchine, crude tagliate sottili o anche già cotte o saltate.

Opzioni: per la cottura potete utilizzare diversi modi:  in padella nella gira-frittata, oppure nel cestello a vapore rivestito di carta forno umida e strizzata o ancora se preferite in forno in una teglia.

Rapporto farina/acqua 1 a 2 

Tempo di posa 1 ora

Ingredienti:

  • 100 gr farina di ceci
  • 200 gr acqua
  • olio del tipo a vostro piacere

Strumenti

  • Frullatore ad immersione
  • Padella girafrittata o se scegliete la cottura in forno una teglia rotonda

Procedimento

Mescolare in un boccale la farina di ceci, l’acqua e l’olio, se hai un frullatore ad immersione usalo. Sarà più veloce. Tieni l’emulsione almeno un’ora. (questo ne aumenta la digeribilità).

Cottura in padella: Versate la pastella in padella unta di olio  già caldo e fatela cuocere proprio come fareste con una frittata, a fuoco medio.

Potete arricchire la vostra frittata con le verdure che preferite, crude o precedentemente saltate in padella.

Se invece optate per la cottura in forno, preriscaldare il forno a 180° e lasciare cuocere per 20/25 minuti. dose per Teglia rotonda 28 cm.

Download PDF

Farinata di ceci tradizionale

Download PDF

La farinata di ceci è una specialità ligure e si prepara con farina di ceci, acqua, olio extra vergine, sale e rosmarino. E’ una sorta di focaccia sottile che si prepara con ingredienti semplici: acqua, farina di ceci e olio di oliva. Fa parte anche della tradizione toscana dove è conosciuta con il nome di ‘cecina‘ ed è tipica soprattutto della zona di Pisa.

La farina di ceci è un ingrediente particolarmente versatile, è ricca di proprietà benefiche e presenta un contenuto da non sottovalutare di proteine vegetali e di sali minerali come ferro, calcio e fosforo.

Oltre alla farinata con la farina di ceci è possibile preparare anche la cosidetta “frittata” senza uovo. Tutto dipende dal rapporto acqua/farina e dal tipo di cottura.

Farinata e frittata senza uova, sono ottime soluzioni per pranzi al sacco e per preparare gustosissimi panini!

Semplicissima da realizzare: il rapporto tra farina e acqua deve sempre essere di 1 a 3. Vale a dire che per ogni etto di farina di ceci servono tre etti di acqua. Ad ogni modo io uso i misurini americani: 1 tazza di farina 3 tazze di acqua.

  • Preparazione: riposo pastella minimo di 5 ore ad un massimo di 8/9 ore 
  • Cottura in forno: 15 Minuti
  • Porzioni: teglia per pizza da 30 cm

Ingredienti:

  • 600 ml Acqua
  • 200 g Farina di ceci
  • 2 pizzichi Sale
  • 8 cucchiai Olio extravergine d’oliva

Strumenti

  • Mixer ad immersione
  • Teglia tipo da pizza  rotonda da 30 cm diam.

Preparazione

Mettete gli ingredienti in un bicchiere alto (sale escluso), prendete un frulltatore a immersione e frullate per qualche secondo: avrete un impasto liscio e vellutato in pochi secondi.

Quando avrete aggiunto tutta l’acqua prevista dalla ricetta coprite la pastella per la farinata con un canovaccio pulito e lasciatela riposare per un minimo di 5 ore ad un massimo di 8/9 ore.

Durante il riposo, si formerà una sorta di schiuma in superficie: levatela con un cucchiaio, altrimenti brucerà durante cottura.

Trascorso il tempo di riposo aggiungete il sale e mescolate per far riprendere bene la pastella. Durante il riposo,

Non rimane che infornare. Non prima, però, di aver unto la teglia con un generoso strato di olio, dello spessore di circa due millimetri.

Girate bene l’impasto della farinata e rovesciatelo sulla teglia,  spessore di circa un centimetro o poco più. Girate il tutto leggermente con un cucchiaio di modo da mescolare l’olio della teglia con l’impasto appena rovesciato. Battete la teglia sul piano di lavoro per uniformare l’impasto. Se vi piace, aggiungete qualche ago di rosmarino.

Preriscaldate il forno al massimo della temperatura possibile, e mettete anche il grill.
Quando il forno sarà caldissimo mettete a cuocere la farinata e lasciatela cuocere per circa 15 minuti fino a che si formerà una crosticina dorata sopra.
La farinata, non deve essere eccessivamente cotta, ma presentare l’interno ancora morbido e cremoso, e non asciutto e stopposo.

Sfornate la farinata genovese e fatela riposare qualche minuto prima di tagliarla.

Download PDF

Ricotta di latte di mandorle

Download PDF

Ebbene sì la ricotta si può fare in casa anche con il latte vegetale, in questa ricetta ho usato il latte di mandorle.

Per questa ricetta ho utilizzato il latte di mandorle già pronto, naturalmente privo di zucchero e con una buona percentuale di mandorle. Per chi è intollerante al lattosio questa è un’ottima alternativa.

Farsi la ricotta da soli in casa, diventa un’ottima base per poter preparare ricette come cannelloni, lasagne, torte salate, cheesecake, che potranno essere farcite con questo buonissimo formaggio. Basta prevedere  per tempo, cioè in anticipo, la sua realizzazione, perchè occorre lasciare riposare la ricotta in frigo, per eliminare il siero residuo e diventare della giusta consistenza.

Prep.: 15 min.    Cottura: 5 min.     Dosi per 4 persone
Resa: ricotta di 300 g.

Ingredienti

  • 1000 ml. Latte di mandorle senza zucchero oppure (200 gr di mandorle pelate e ammollate per 4-5 ore)
  • il succo  di  un limone
  • 2  g sale fino

Strumenti

  • Fuscella (si può riciclare quella di una ricotta precedentemente acquistata)
  • Colino
  • Garza sterile o canovaccio pulito o etamina
  • Termometro per cibi

 

Preparazione

Se decidete di preparare voi il latte di mandorle: Frullare le mandorle con 500 ml d’acqua per 2 minuti e aggiungere altri 500 ml e frullare per 30 secondi.

Versate il latte di mandorle in una pentola d’ acciaio con i bordi alti per evitare fuoriuscite quando andrà in ebollizione.

Spremere il succo di un limone e metterlo da parte.

Portare a una temperatura di 85°.  Spegnere e unire il sale e il succo di limone e mescolare delicatamente con una cucchiaio lungo (io uso quello in silicone).

Versare in un colino ricoperto di etanima (lino) pulito (senza profumazione di ammorbidente). Posizionatelo sopra una ciotola e versare poco alla volta il latte, in modo da trattenere  la ricotta e far scendere il siero nella ciotola.

Lasciare riposare per 2 ore

Questa ricotta può essere inserita in qualsiasi preparazione dolce o salata.

Si conserva in frigorifero per 2 o 3 giorni e può essere congelata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Download PDF

Torta di ricotta al limone Gluten-Free

Download PDF

Questa gustosa ricetta di ricotta al limone è una torta così semplice e deliziosa da realizzare, perfetta in qualsiasi giorno della settimana. Otterrete una torta leggera e super umida a base di ricotta fresca e limone.

Tempo di prep.: 15 min. Tempo di cottura: 25 min. Tempo totale: 40 min.

Ingredienti

  • 3 cucchiai di burro  (43 grammi) ammorbidito, più per  ungere la teglia
  • 70  grammi   o 5,5 cucchiai di zucchero semolato,
  • 1 uovo
  • 47 grammi  o 6 cucchiai di farina di mandorle
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere, (4 grammi)
  • 1 pizzico di sale
  • 85  g  1/3 di tazza di ricotta
  • la scorza di mezzo limone
  • 1/3 di mela media, (circa 1/3 di tazza) sbucciata e grattugiata
  • zucchero a velo, per spolverare la parte superiore

Da sapere prima di effettuare la cottura

  • Quando si mescolano insieme gli ingredienti, si può essere tentati di mescolare troppo l’impasto. Invece, mescolate quel tanto che basta per amalgamare il tutto, in questo modo si otterrà una torta più leggera.
  • Per rimuovere facilmente la torta dallo stampo, ungete bene la teglia con burro ammorbidito o spray da forno,  e rivestite il fondo con un foglio di carta forno tagliato a misura.
  • In questa ricetta la quantità di mela è minima, ma è molto importante per la corretta umidità della torta. Si può anche utilizzare  1/2 tazza di purea di mele non zuccherata.
  • Con la farina di mandorle, bisogna tenere presente che tendono a dorare un po ‘più velocemente. Verifica la cottura usando uno stecchino inserito al centro.
  • Per un sapore extra di limone, puoi provare ad aggiungere l’estratto di limone (userei 1/4 cucchiaino – 1/2 cucchiaino). Fate attenzione con l’aggiunta di succo di limone in quanto può raggrumare leggermente la pastella.

ISTRUZIONI

Preriscaldate il forno a 175°  Ungete una tortiera di 15 cm di diametro con un po ‘di burro ammorbidito.
In una grande ciotola, mescolate il burro e lo zucchero insieme usando una spatola di gomma. Quando sono amalgamati e cremosi, aggiungete l’uovo e mescolate.
Versate la farina, il lievito e il sale. Mescolate tutto insieme.
Quindi aggiungete la ricotta, la scorza di limone e la mela grattugiata. Ancora una volta, mescolate tutto per combinare: non dovrebbero esserci ammassi visibili di farina o ingredienti secchi.
Versate l’impasto  nella tortiera preparata e livellare la pastella. Cuocete la torta per circa 25 minuti, fino a quando la torta inizia a dorarsi in cima, e i bordi iniziano a staccarsi dai lati della padella.
Lasciate raffreddare la torta nella teglia per 15 minuti prima di sistemarla su una griglia per raffreddarla completamente. Spolverare la parte superiore con zucchero a velo.

Download PDF

Pane di quinoa, farro e semi di girasole

Download PDF

Ricetta pane di quinoa e semi di girasole

C’è qualcosa che non ha rivali di una buona fetta di pane ben tostato al mattino, o per una merenda.   Il problema è che il pane è tradizionalmente prodotto dal grano, che può essere piuttosto difficile da digerire. Ed è qui che la quinoa può svolgere un bel ruolo.
Fino a poco tempo fa, la quinoa era un alimento piuttosto isconosciuto, coltivato e mangiato principalmente dai peruviani. Negli ultimi anni la sua popolarità è esplosa e ora appare nei menu di tutto il mondo. Come il riso e molti altri cereali, si presta a molti usi diversi. Può essere cucinato e incorporato negli hamburger vegetariani, aggiunto alle insalate, cotto in barrette e biscotti, mangiato dolce a colazione, la sua versatilità è incredibile.
La cosa grandiosa della quinoa è che, sebbene agisca come un sacco di cereali, è senza glutine. È anche un’ottima fonte di proteine, ha meno carboidrati rispetto ad altri grani spezzati (come il couscous) ed è ricco di vitamine del gruppo B e ferro

Ho deciso di usare il farro come grano aggiuntivo in questa ricetta. Adoro la farina di farro; è in realtà un antico grano macinato, ma è molto più facile da digerire rispetto alla farina di frumento generica. Nota però, che la presenza di farro negli ingredienti di questa ricetta, significa che il pane stesso non è privo di glutine.

La pagnotta dura una settimana: basta coprirla con un canovaccio e riporla in un luogo fresco o, meglio, in un contenitore ermetico.

ingredienti

  • 380 g oppure 2 tazze di quinoa bianca
  • 340 ml  o 1 1/2 tazze di acqua1 cucchiaio di lievito in polvere
  • 1 cucchiaino di sale marino
  • 140 g. oppure 1 1/2 tazze di farina di farro
  • 1 uovo
  • 1 tazza di semi di girasole (o semi a scelta)

Metodo

Immergete  la quinoa per una notte (per almeno 8 ore) in acqua  con un pizzico di sale. Preriscaldate il forno a 180 ° C,  ungete e rivestite la base di una teglia standard di pane in cassetta.

Filtrate e sciacquate la quinoa imbevuta in acqua. Mettetela nel  frullatore o robot da cucina con 1/2 tazza (110 ml) di acqua e l’uovo, quindi mescolate fino ad ottenere un impasto  liscio. Aggiungere gli ingredienti secchi (tranne i semi) e continua a mescolare. Infine, aggiungere i semi per alcuni secondi in modo che rimangano per lo più interi.

Versare il composto nella latta e cuocere per 50-60 minuti, o fino a quando uno spiedino non esce pulito. Spegnere su una gratella e lasciarlo raffreddare prima di mangiare.

Il trucco di questa ricetta è nella preparazione. Idealmente è meglio immergere la quinoa durante la notte, ma se ci si dimentica, non c’è problema; il modo alternativo è cuocere la quinoa (come fareste per il riso) per 15-20 minuti per ammorbidirla (usate un rapporto 1: 2 di acqua e quinoa ben scolata), prima di metterla nel frullatore. In entrambi i casi funziona bene.

 

Download PDF

5 Condimenti per insalate e verdure

Download PDF

Ogni volta che dico a qualcuno che amo il cibo sano, la prima cosa che mi chiedono inevitabilmente è se mangio insalata tutto il giorno. In verità non mi piace molto l’insalata. Comunque per me, affinché un’insalata sia buona, deve avere “sostanza”. Deve avere un ottimo mix di sapori, consistenze e condita davvero bene. Adoro le verdure, ma diciamo la verità, possono essere noiose se non fai qualcosa per ravvivarle un po’. Un buon condimento per l’insalata è un modo efficace per esaltarne i sapori.

Il grande vantaggio, dei condimenti che propongo, è che puoi controllare completamente gli ingredienti. Hai mai girato la bottiglietta dei condimenti per insalata e controllato la lista degli ingredienti? Ci sono sicuramente molti ingredienti non richiesti come i coloranti artificiali, gli addensanti, gli aromi,  e dosi  di  zucchero e sale più di quanto sia realmente necessario.
La mia parte preferita è che puoi personalizzare completamente il gusto a tuo piacimento. 

Tutte le ricette possono essere realizzate semplicemente usando il metodo jar-and-shake. Prendi semplicemente un barattolo con un tappo a vite  ( barattolo a bocca larga), metti tutti gli ingredienti e scuoti il barattolo fino a quando non è ben miscelato. Di seguito sono riportate alcune ricette che potrebbero essere più fluide se usi un robot da cucina o un frullatore, ma non è necessario se ti trovi  bene con una salsa più rustica.

Condimenti per salsa ranch allo yogurt greco
Condimento per insalata di peperoncino e lime
Condimento per insalata di senape al miele
Condimento con insalata di zenzero e sesamo
Condimento per insalata di vinaigrette balsamica

Condimento per salsa ranch allo yogurt greco

  • 225 g. ( 3/4 tazza ) di  yogurt greco intero
  • 1 spicchio d’aglio, tritato finemente o 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 3 cucchiai (1/4 tazza) di prezzemolo tritato fresco o 1 cucchiaio di prezzemolo secco
  • 1/4 di cipolla media, a dadini (circa 2 cucchiai) o  2 cucchiaini di cipolla in polvere
  • 2 cucchiai di erba cipollina tritata fresca o 1 cucchiaio di erba cipollina secca
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 pizzico di pepe nero
  • 2 cucchiaini di senape di Digione
  • Succo di 1/2 limone (circa 2 cucchiai)
  • 1/2 tazza o  125 gr di latticello ( ingredienti per 125 g. di latticello preparato con lo yoghurt magro 62 g + Latte scremato 62 g + Succo di limone 1 cucchiaino. Lasciare riposare 10 min. prima dell’utilizzo.

Condimento per insalata di peperoncino e lime

  • Scorza e succo di 2 lime (circa 4 cucchiai di succo e 3 cucchiaini di scorza)
  • 80 g o   1/4 tazza di aceto di vino rosso
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1/3 di tazza di olio extra vergine di oliva
  • 1 spicchio d’aglio, tritato finemente O 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 1/2 cucchiaino di fiocchi di peperoncino
  • 1 cucchiaino di cumino macinato
  • 1/2 cucchiaino di sale

Condimento per insalata di senape al miele

  • 3 cucchiai o 1/4 tazza di senape di Digione
  • 3 cucchiai o 1/4 tazza di miele
  • 80 ml o 1/4 di tazza di aceto di mele (preferisco crudo, non filtrato)
  • 50 ml o 1/4 di tazza di olio extra vergine di oliva
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • una presa  di pepe nero

Condimento per insalata di vinaigrette al limone

  • 60 ml o 1/4 tazza di aceto di vino rosso
  • 2 cucchiai di senape di Digione
  • 100 ml o 1/2 tazza di olio extra vergine di oliva
  • Scorza e succo di 1 limone (circa 4 cucchiai di succo e 3 cucchiaini di scorza)
  • 1 spicchio d’aglio, tritato finemente O 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 presa  di pepe nero
  • 1 cucchiaio di origano tritato fresco O 2 cucchiaini di origano essiccato

Condimento con insalata di zenzero e sesamo

  • 70 ml o 1/3 di tazza di olio extra vergine di oliva
  • 2 cucchiai di olio di sesamo tostato
  • 60 ml o 1/4 tazza di aceto di riso stagionato
  • 1 spicchio d’aglio, tritato finemente O 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 2 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaio di miele
  • 2 cucchiai di buccia e zenzero fresco grattugiato OPPURE 2 cucchiaini di zenzero macinato

Condimento per insalata di vinaigrette balsamica

  • 100 ml o 1/2 tazza di olio extra vergine di oliva
  • 80 ml o 1/2 tazza di aceto balsamico
  • 2 cucchiaini di senape di Digione
  • 1 spicchio d’aglio, tritato finemente O 1 cucchiaino di aglio in polvere
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/4 cucchiaino di pepe nero
Download PDF

Ketchup veloce in 2 minuti

Download PDF

Ketchup veloce in 2 minuti

Questo ketchup veloce è pronto in soli 2 minuti, devi solo mescolare tutti gli ingredienti in una ciotola! Non ha esattamente il sapore del ketchup acquistato in negozio, ma è lo stesso delizioso e buono per la tua salute, perdipiù tutti gli ingredienti sono davvero facili da reperire e non richiede cottura.

Molti genitori usano il ketchup per convincere i loro figli a mangiare verdure, ma il ketchup è pieno di zucchero raffinato, quindi non è il cibo più sano del pianeta.

Non devi rinunciare ai tuoi cibi preferiti per essere in salute, trova solo alternative più sane, le adorerai!

Tempo di prep.: 2 minuti   Tempo totale: 2 minuti

Ingredienti

  • 1 tazza di concentrato di pomodoro (270 g)
  • 4 cucchiai di sciroppo d’acero
  • 2 cucchiai di aceto di mele
  • 1 cucchiaino di cipolla in polvere
  • 1 cucchiaino di origano
  • Sale marino qb (facoltativo)

Istruzioni

Mescola tutti gli ingredienti in una ciotola.
Prova il ketchup casalingo e regola gli ingredienti a tuo piacere.

 

Download PDF

Tiramisù light

Download PDF

Per questa variante del tiramisù, non si utilizzeranno né uova nè mascarpone, è preparato con una crema fatta con latte di riso e panna vegetale. Vi sembrerà strano ma è ugualmente buona. Questo dolce è facile da fare e vi garantirà un dessert  che stupirà tutti a tavola. Pronti a gustare la dolcezza della crema, l’aroma dei biscotti imbevuti nel caffè e l’intensità del cacao amaro? Una variante naturale, davvero golosa! 

Persone: 4         Preparazione: 20 min         Cottura: 15 min

Ingredienti:

• 30 biscotti tipo Savoiardi  (Vicenzovo senza glutine e lattosio)
• 4 tazzine di caffè
• cacao amaro in polvere q.b.
• 250 g di latte di riso
• 120 g di panna vegetale
• 1 bustina di vanillina
• amido di riso q.b.
• 20 g di zucchero

Strumenti:

  • Fruste elettriche
  • Ciotola grande

Procedimento

Cominciamo a preparare la crema per il tiramisù: versate in una pentola il latte di riso, aggiungete la bustina di vanillina e lo zucchero, poi cominciate a mescolare mentre il tutto si scalda a fiamma bassa. Aggiungete un cucchiaio di amido di riso setacciato per far addensare e lasciate sul fuoco finché il composto non comincerà a bollire. Una volta pronta, versatela in una ciotola e lasciatela raffreddare in frigorifero per almeno 15 minuti.

Trascorso il tempo necessario al raffreddamento, montate la panna vegetale e aggiungetela alla crema mescolando per bene ma delicatamente. A questo punto, scegliete se realizzare dei piccoli tiramisù monoporzione, oppure se servire il dolce in una teglia o in una pirofila. Bagnate i biscotti nel caffè e disponeteli alla base della pirofila o delle coppette. Coprite i biscotti inzuppati con la crema e realizzate due o tre strati continuando ad aggiungere man mano i savoiardi. Dopo aver aggiunto l’ultimo strato di crema, spolverate con del cacao e, se lo desiderate, completate con delle scagliette di cioccolato fondente. Lasciate riposare in frigo per almeno due ore prima di servire. Buon appetito! ! Conservate in frigo per un massimo di 3 giorni.

Download PDF

Tofu di ceci facile – Panissa

Download PDF

Questa è una facile alternativa al tofu tradizionale a base di soia. E’ una valida alternativa al tofu tradizionale, per chi è  allergico alla soia, ma anche perchè è  decisamente economica con alti valori nutrizionali.

l tofu di ceci è  estremamente versatile. Puoi aggiungerlo alle insalate, tagliato a fette grigliato, nelle zuppe, nei dolci.

a farina di ceci è  economica soprattutto se si è in grado di procurarsela in una drogheria di cibi etnici, oppure puoi acquistarla su Amazon!

Tempo di prep. 5 min.  Tempo di cottura 5 min.     porzioni  3 tazze

Ingredienti:

  • 450 ml o 2 tazze d’acqua
  • 85 gr o 1 tazza di farina di ceci
  • 1 cucchiaino di sale marino macinato fine
  • 2 cucchiai di olio di vinacciolo, olio di avocado o olio di cocco non raffinato, più  che altro per ingrassare e soffriggere
  • Pepe nero qb (facoltativo)

Istruzioni

Ungere una teglia da 22 cm con olio, oppure rivestitela con carta forno e metterla da parte.
In una pentola capiente a fuoco medio-alto, sbatti insieme acqua, la farina di ceci, sale marino, pepe nero se lo usi, e olio fino a quando la miscela si addensa fino a ottenere una consistenza di polenta o porridge.
Usa una spatola in silicone per distribuire la pastella di ceci nella teglia unta, leviga la parte superiore il più possibile e lascia raffreddare la pastella nella teglia per 20-30 minuti. Si solidificherà.
Capovolgi o trasferisci con cura il tofu raffreddato su un tagliere e taglialo a cubetti o strisce.

Conservare in frigorifero

NOTE DI RICETTA
Se lo desideri, puoi lasciare riposare un po ‘la pastella per un sapore e un beneficio nutrizionale extra. Sbatti semplicemente farina, acqua e sale, copri con un asciugamano e mettilo in un luogo caldo fuori dalla luce solare diretta per 12-24 ore. Quindi, aggiungi l’ olio, versa il composto  in una pentola  e continua con le istruzioni menzionate sopra.

Il calore diminuirà alcuni benefici probiotici, ma la fermentazione migliora effettivamente la digeribilità del tofu.

Puoi congelare il tofu a fette / a cubetti in un contenitore  ermetico per mesi. Basta scongelare e preparare come preferisci.

 

 

Download PDF

Biscotti tipo savoiardi con aquafaba

Download PDF

BISCOTTI TIPO SAVOIARDI con aquafaba

Friabili e “inzupposi”, questi savoiardi con aquafaba saranno i biscotti perfetti per realizzare i vostri tiramisù ultra-light, dando sostanza e spessore ad uno dei nostri dolci preferiti.

Preparazione: 20 min. Cottura 20 min.    Tempo totale 40 min.
Dosi per 12 porzioni

Ingredienti:

  • 125 ml di acquafaba acqua di cottura dei ceci  n vetro (fredda da frigo)
  • 100 g di farina di farro
  • 100 g di fecola di patate
  • 100 g di zucchero a velo
  • 40 g di olio di riso (o altro olio dal sapore delicato)
  • 1 bustina di cremor tartaro (o lievito per dolci)
  • un pizzico di sale
  • limone (scorza grattugiata)

Stumenti

  • Bilancia con sintesi vocale oppure con numeri grandi digitale
  • Ciotola grande
  • Sac-a-poche
  • Sbattitore elettrico
  • Stampo per savoiardi per avere riferimento tattile (se necessario)

Procedimento:

Prima di cominciare pesate tutti gli ingredienti, preparate anche una sac-a-poche con beccuccio liscio e due teglie ricoperte con carta forno oppure lo stampo per savoiardi in silicone.
Nel pesare uniamo insieme farina, fecola e lievito, preriscaldiamo il forno a 200 ° in modalità statico.

Montare l’aquafaba fredda in una ciotola, unendo qualche goccia di limone, la scorza e tutto lo zucchero indicato.
Lavoriamo con uno sbattitore elettrico fino ad ottenere un composto bianco, spumoso e fermo.

Quando l’aquafaba sarà montata, uniamo a filo l’olio piano piano fino ad incorporarlo tutto.
A questo punto, aggingete la farina + fecola + lievito setacciati , in 4 o 5 riprese spatolando delicatamente dal basso verso l’alto in modo da non smontare il composto.

Inseriamolo delicatamente nella sac a poche e formiamo dei bastoncini sottili di circa 7 cm: in questa fase dovremo essere più rapidi possibile in modo che il composto non si appiattisca.
Spolverizziamoli prima con zucchero, poi con lo zucchero a velo, quindi infornare la prima teglia.
Procediamo fino a terminare il composto e inforniamo anche la seconda.

Cuociamo i Savoiardi, in forno già caldo per  15 Minuti circa.
Sforniamoli e facciamoli freddare su di una gratella.

Conserva i Savoiardi, una volta freddi, in una scatola di latta o in contenitore ermetico.
Sono adatti per preparare dolci al cucchiaio come il tiramisù, ma molto gustosi e fragranti anche per una merenda o uno spuntino. Deliziosi come idea regalo!

Download PDF

Torta di Farina di Mandorle al Limone

Download PDF

Questa torta di farina di mandorle al limone è salutare, leggera,e soffice. E’ il dessert perfetto per la primavera e soddisferà sicuramente le tue voglie di dessert in modo sano! Questa torta non è solo senza glutine ma anche senza latte. Si completa  con una glassa al limone e salsa di mirtilli.

Come usare la farina di mandorle
Personalmente  uso molto la farina di mandorle nelle mie ricette. La adoro per questi  motivi:

  • Aiuta i prodotti da forno ad avere una consistenza sorprendente
  • E’ nutriente qui approfondimenti sulla farina di mandorle
  • E’ naturalmente senza glutine
  • E’ priva di cereali

Perché uso  l’olio d’oliva nella torta? Quando cuoci una torta, il grasso gioca e un ruolo importante, aiuta a rendere umida la torta, ma aiuta anche a sviluppare una consistenza un po’ spugnosa. Questa torta le ha entrambe e il segreto sta nell’ olio d’oliva!

Naturalmente, quando hai cliccato su questa torta di farina di mandorle al limone, ti aspetti di vedere la farina di mandorle come base. Sì, la sto usando come nostra farina primaria, ma aggiungendo della farina di quinoa, aiuta a darle una briciola leggermente più densa e un po‘ più di altezza.
Oltre alle  farine, la ricetta è in realtà abbastanza semplice. Stiamo usando:

  • uova come legante e struttura
  • miele per addolcire
  • olio d’oliva per aggiungere ulteriore umidità
  • succo di limone e scorza per il  sapore

In tutto questo dolce di farina di mandorle ha solo 11 ingredienti ed è fatto in una ciotola!

Tempo di prep. 15 minuti       Tempo di cottura 40 minuti
Tempo totale 1 ora                    Porzioni 12 porzioni

Ingredienti

  • 4 uova grandi o alternative clicca qui
  • 110 ml o (1/2 tazza) di olio d’oliva
  • 100 gr o (1/3   di tazza) di miele
  • 60 ml o (1/4 tazza) di succo di limone (circa 2 limoni)
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro
  • 200 g. o (2 tazze) di farina di mandorle
  • 1/2 tazza di farina di quinoa
  • 1 1/2 cucchiaini di lievito in polvere
  • 1/4 di cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1/4 cucchiaino di sale marino fine
  • scorza di 2 limoni

Per la glassa

  • 50 g o 1/4 tazza di mirtilli  freschi o congelati
  • 50 g o 1/2 tazza di zucchero a velo biologico
  • 1 cucchiaio di succo di limone

Strumenti

  • Bicchiere Mixer per proteine o una ciotola grande per mescolare
  • 1 foglio carta forno
  • stampo a cerniera di 22 cm

Istruzioni

Preriscaldate il forno a 175º e prepara uno stampo a cerniera  da 22 cm. Coprite il fondo con carta forno, quindi agganciate nuovamente lo stampo e ritagliate l’eccesso. Ungete  i lati e il fondo dello stampo  e mettetela da parte.
Sbattete insieme le uova e il miele fino a quando non sono soffici e diventano di un giallo pallido. Aggiungete gli altri ingredienti umidi e sbattere bene.
Aggiungete gli ingredienti secchi e mescolate fino a quando non sono stati ben miscelati. Aggiungi la  scorza di limone.
Trasferire l’impasto  nella teglia unta e cuocere per 20 minuti, quindi coprite con un foglio e cuocete per altri 20 minuti fino a quando un tester per torte inserito al centro risulta pulito.
Far raffreddare la torta prima di rimuovere dalla teglia con la molla.
Aggiungi i mirtilli in una piccola casseruola e scalda a fuoco medio. Cuoci fino a quando non è possibile schiacciarli con una forchetta e quindi rimuovere dal fuoco.
In una piccola ciotola, sbatti insieme lo zucchero a velo e il succo di limone. Versare la glassa sopra la torta e distribuirla con la parte posteriore di un cucchiaio. Posiziona le bacche schiacciate al centro e lascia che i succhi si mescolino con la glassa.

Affetta e servi con panna montata, gelato, frutti di bosco freschi, un filo di miele, ecc.

 

Download PDF

Misurare gli ingredienti con cups, tablespoon, teaspoon

Download PDF

Cups, tablespoon, teaspoon – Tabella di conversione cup in grammi

Una delle sfide che si presentano nella preparazione delle ricette per chi è ipovedente o non vedente, è la misurazione degli ingredienti indicati in una ricetta. Non tutti possono godere di una bilancia parlante, e un metodo pratico che a me aiuta molto, è quello dell’utilizzo delle cups americane.

Per utilizzarle  me le sono “personalizzate” appiccicandoci sopra le corrispondenze con il nostro sistema, però, è fondamentale prendere dimestichezza con il sistema di conversione americano e per farlo può essere utile considerare una tabella di conversione cup grammi che trovate qui sotto.

I nostri amici americani, in effetti, quando cucinano, considerano non il peso ma il volume liquido degli alimenti e da qui, l’unità di misura non è il grammo, bensì la tazza (cup), il cucchiaio (tablespoon) o, ancora, il cucchiaino (teaspoon).

Cups, Tablespoons e Teaspoons, rispettivamente tazze, cucchiai e cucchiaini sono unità di misura di volume liquido del Sistema Consuetudinario Americano.

Tabella di conversione cup grammi

Legenda

1 CUP = 1 TAZZA
1 STICK= 1 PANETTO
1 TBSP = 1 CUCCHIAIO
1 TSP = 1 CUCCHIAINO

INGREDIENTE

VOLUME PESO
Farina 00 | Cake Flour 1 Cup 100 g
Farina 00 | Cake Flour 1 Tbsp 10 g
Farina 0 | All Purpose 1 Cup 120 g
Farina 1 | High Gluten 1 Cup 140 g
Farina integrale | Whole Wheat 1 Cup 120 g
Manitoba | Bread Flour 1 Cup 110 g
Farina di mandorle | Almond Flour 1 Cup 100 g
Farina di amaranto | Amaranth Flour 1 Cup 105 g
Farina di ceci | Chickpea Flour 1 Cup 85 g
Farina di cocco | Coconut Flour 1 Cup 125 g
Farina di avena | Oat Flour 1 Cup 90 g
Farina di mais | Cornmeal Flour 1 Cup 165 g
Farina di riso | Rice Flour 1 Cup 125 g
Fecola | Potato Starch 1 Cup 150 g
Amido di mais | Corn Starch 1 Cup 130 g
Lievito | Baking Powder 1 Tbsp 10 g
Bicarbonato | Baking Soda 1 Tbsp 15 g
Lievito di birra secco | Dry Yeast 1 Tbsp 10 g
Lievito di birra fresco | Fresh Yeast 1 Tbsp 10 g
Riso | Rice 1 Cup 180 g
Quinoa | Quinoa 1 Cup 190 g
Bulgur | Bulgur 1 Cup 190 g
Olio | Oil 1 Cup 200 g
Olio | Oil 1 Tbsp 15 g
Burro | Butter 1 Cup 230 g
Burro | Butter 1 Stick 115 g
Burro | Butter 1 Tbsp 15 g
Burro d’arachidi | Peanut Butter 1 Cup 270 g
Acqua | Water 1 Cup 225 g
Latte | Milk 1 Cup 235 g
Latte | Milk 1 Tbsp 12 g
Latte condensato| Condensed Milk 1 Can 300 g
Panna | Heavy Cream 1 Cup 235 g
Yogurt | Yogurt 1 Cup 225 g
Latticello | Buttermilk 1 Cup 245 g
Gelato | Ice Cream 1 Cup 215 g
Formaggio spalmabile | Cream Cheese 1 Cup 225 g
Sale | Salt 1 Tbsp 15 g
Zucchero bianco | White Sugar 1 Cup 200 g
Zucchero bianco | White Sugar 1 Tbsp 15 g
Zucchero di canna | Brown Sugar 1 Cup 210 g
Zucchero a velo | Icing Sugar 1 Cup 115 g
Miele | Honey 1 Cup 340 g
Sciroppo d’acero | Maple Syrup 1 Cup 340 g
Cacao | Cocoa Powder 1 Cup 100 g
Cacao | Cocoa Powder 1 Tbsp 8 g
Cioccolato (pezzetti) | Chocolate (chopped) 1 Cup 170 g
Nocciole | Nuts 1 Cup 100 g
Mandorle | Almond 1 Cup 100 g
Arachidi | Peanuts 1 Cup 100
Download PDF

Sostituire il lievito chimico nei dolci

Download PDF

Se avete terminato il lievito per dolci in casa, e volete ugualmente cucinare una torta lievitata, ecco alcuni metodi per poterlo sostituire.

Il lievito per dolci in cucina può essere sostituito utilizzando ingredienti facili da reperire, come limone, aceto, bicarbonato e così via. Non vi fornirò tutte le soluzioni, ma solo quelle più pratiche e semplici da applicare con ingredienti che avete di sicuro già in casa. Una bustina di lievito chimico si sostituisce aggiungendo all’impasto:

1. 6 gr di bicarbonato di sodio + 30 ml di succo di limone

2. 6 gr di bicarbonato di sodio + 50 ml di aceto bianco

3. 6 gr di bicarbonato di sodio + 70 grammi di yogurt

4. 6 gr di bicarbonato di sodio + 50 ml di aceto di mele 5. 6 gr di ammoniaca alimentare per dolci

6. 3 albumi montati a neve ferma + 2 g di cremor tartaro

Adesso avete sei soluzioni alternative alla classica bustina e sapete come sostituire il lievito nei dolci, in cucina.

Download PDF

Mix di farine senza glutine per dolci e salati

Download PDF

Preparazione del mix di farine senza glutine per dolci e salati

Fonte:  Il Ricettario di Cris 

Per ottenere un buon mix di farine senza glutine non si può andare a caso, perché ogni farina ha una resa del tutto diversa dalle altre. La miscela, come spiega un’esperta in un suo libro, deve avere:

  • una farina solida (meglio se integrale), come quella di riso, di mais o di sorgo.
  • un amido, come fecola di patate, tapioca o maizena.
  • una farina gustosa, come mandorla, nocciola, cocco, amaranto, miglio, quinoa (adatta alle crostate), teff o grano saraceno (che sconsiglio per i dolci, a meno che non vi piacciano i sapori molto rustici).

Detto questo cerchiamo di stabilire anche delle proporzioni:

La farina solida e l’amido vanno miscelati tra loro al 60% e al 40%, mentre la farina gustosa dovrebbe essere all’incirca la stessa percentuale dell’amido.

In sostanza le percentuali (variabili in base ai vostri gusti e alla farina che sceglierete) sono più o meno queste:

  • 40% farina solida
  • 30% amido
  • 30% farina gustosa.

Potete giocare con queste percentuali 60,20,20.  oppure 40,30,30.

Se non volete la terza componente, potete miscelare solo le prime due al 50%.

In questo articolo io vi do il mio mix personale, col quale ho preparato un’ottimo plum-cake. L’ho conservato in un recipente a chiusura ermetica e sarà pronto per la prossima occasione. Ho gradito anche un mix precedente con la farina di cocco, ma naturalmente dovete aver intenzione di avere un aroma al cocco. Voi non mancate di trovare il vostro mix ideale, provando varie combinazioni. La farina di riso e la farina di mandorle potete anche farle in casa.

Mix di farine senza glutine

  • Dosi per 500 gr
  • Pronto in… pochi minuti

Ingredienti

  • 200 gr farina di riso
  • 150 gr fecola di patate
  • 150 gr di farina di mandorle

Procedimento

  • Se utilizzate farine già pronte, basta miscelarle.
  • Conservate in un contenitore di vetro con chiusura ermetica.
Download PDF